Assemblea dei soci 70° Congresso nazionale FIAF Relazione del Presidente Roberto Rossi


70° Congresso Nazionale FIAF Cortona
09/13 maggio 2018
Assemblea dei soci FIAF

Convocazione assemblea ordinaria

Relazione del presidente

Stato patrimoniale FIAF 2017

Rendiconto economico FIAF 2017

Relazione del collegio dei revisori dei conti

Bilancio preventivo 2018


[ CONVOCAZIONE ASSEMBLEA ORDINARIA ]
L’Assemblea Ordinaria dei Soci è convocata a Cortona, presso il Centro Convegni Sant’Agostino. In prima convocazione il giorno venerdi 11 maggio 2018 alle ore 23.00, ed in seconda convocazione il giorno sabato 12 maggio 2018 alle ore 09.00
Ordine del giorno:
1. Verifica dei poteri
2. Nomina del Presidente dell’Assemblea e degli Scrutatori.
3. Lettura ed approvazione del Verbale dell’Assemblea Ordinaria precedente (22/04/2018).
4. Lettura ed approvazione della Relazione del Presidente a nome del Consiglio Nazionale.
5. Lettura del Rendiconto Economico relativo all’Esercizio 2017.
6. Lettura della Relazione del Collegio dei Revisori dei Conti.
7. Approvazione del Rendiconto Economico relativo all’Esercizio 2017.
8. Lettura ed approvazione del Bilancio di Previsione per l’anno 2018.
9. Esame provvedimento disciplinare.
10. FIAF e la riforma del terzo settore quale scelta compiere, interviene Roberto Museo Dott. Commercialista esperto Reti Terzo Settore.
11. Varie ed eventuali.

Roberto Rossi
Presidente della FIAF


Carissimi socie e soci, carissimi amiche e amici,
quest’anno siamo ospiti di un gioiello delle colline toscane, la cittadina di Cortona; dal colle su cui sorge guarda la Valdichiana, fino al lago Trasimeno. Il Centro di questo borgo di origine etrusca è Piazza della () Repubblica, ma il paese è caratterizzato da una fitta rete di vicoli sui quali si aprono molti piccoli negozi di prodotti di artigianato e gastronomia locale e tante enoteche in cui è certo piacevole fermarsi. Uno dei punti caratteristici è il Santuario di Santa Margherita, patrona della città, situato nel punto più alto della città. Fuori dalle mura sorge invece l’Eremo francescano Le Celle, il primo convento costruito da San Francesco d’Assisi nel 1211, oggi abitato da una piccola comunità di frati: certo saprete che è ancora possibile visitare la piccola cella di San Francesco, preservata nonostante i numerosi interventi di ristrutturazione e ampliamento avvenuti nel corso dei secoli. Presso il Museo Diocesano è esposta una tavola dell’Annunciazione di Beato Angelico, mentre il MAEC, Museo dell’Accademia Etrusca e della Città di Cortona, conserva molti reperti provenienti dalle diverse aree etrusche della zona. Avrete già visto la Fortezza del Girifalco, sede espositiva principale del nostro Congresso e anche uno degli spazi espositivi della manifestazione fotografica per la quale, dal 2011, la città ha conquistato ulteriore visibilità: Cortona On The Move. In realtà non solo la fotografia, ma anche il territorio è un valore importante per l’Associazione che la organizza. La manifestazione, come detto sul sito della stessa: “si adopera per la diffusione delle eccellenze locali e ha permesso anno dopo anno di riaprire e restituire a Cortona edifici storici di pregio, un tempo inaccessibili o abbandonati, diventati straordinarie sedi espositive”.
È uno dei poteri della fotografia questa capacità di mettere in moto le risorse umane e territoriali per costruire il grande percorso della storia dell’uomo contemporaneo.
Il momento dell’incontro congressuale, anno dopo anno, ci fa riscoprire la vitalità della nostra Federazione nel calore che unisce l’esperienza umana a quella culturale ed artistica: come dimenticare il Congresso 2017 a Sestri Levante e la sua magica atmosfera? Come non riconoscerla anche qui sui colli Toscani, portata dai nostri soci, dagli amici e accompagnatori, dagli appassionati e persino dagli abitanti coinvolti da un unico vento di passione?
Ma il nostro Congresso non è solo importante occasione culturale (notevole, avete visto, lo sforzo degli organizzatori per offrire incontri, workshop, seminari, mostre di grande qualità), non è solo incontro conviviale (le gite, la tavola, le chiacchiere davanti a un buon bicchiere di vino sono parte integrante del nostro incontrarci). Il Congresso resta comunque un momento fondamentale della vita dell’Associazione perché ritrovarsi in Assemblea per discutere e confrontarsi, per scambiare idee, per fare proposte, per segnalare i punti di forza, per cercare rimedi alle fragilità, è un diritto e dovere di ogni socio. È l’unico modo di vivere pienamente la comunità dando il proprio, sempre importante, contributo. Per questo vi sono grato di essere qui oggi, il Consiglio Nazionale vi è grato per le idee che arriveranno dai vostri interventi e vi assicuro che ogni spunto che ci vorrete offrire verrà analizzato e approfondito per cercare di migliorarci e realizzare le idee condivise. È questo il nostro compito: dare concretezza alle molte anime della fotografia, rappresentare i nostri autori in Italia e nel mondo, generare scambi e crescita culturale, raccontare il territorio e la sua gente. Per questo i nostri congressi sono itineranti e generano quel cambiamento di prospettiva che serve nella fotografia, come nella vita, per superare i cortocircuiti della mente, la fissità dello sguardo addomesticato, il pregiudizio.
Anche questa volta siamo supportati da un Circolo locale affiliato alla Federazione, il Circolo Cortona Photo Academy, coadiuvato dall’Associazione Cortona On The Move: ancora una volta uno dei nostri circoli ci dimostra la capacità organizzativa di cui siamo capaci, unita al piacere dell’accoglienza.
Che siamo a tutti gli effetti una Famiglia non è fatto da dimostrare oggi: è una constatazione che viene da 70 anni di continua elaborazione, di strade percorse insieme, fatte di abbandoni e di ritrovarsi.
Con questo congresso, ancora prima con l’inaugurazione della mostra di Bibbiena, con un ricco programma di attività collaterali, stiamo infatti festeggiando i primi 70 anni della nostra storia. La Fiaf è cambiata dando continuità al suo essere aggregazione di molteplici interessi artistici e culturali. È rimasta coerente nelle
questioni importanti, ovvero nel rispetto per l’altro, nella trasparenza, nell’onestà, nella costruzione del senso di appartenenza alla comunità collegata da curiosità, voglia di approfondimento, necessità di ricerca. Questa Fiaf è cambiata e ancora molto cambierà perché la sua forza è quella di cercare di comprendere il momento, costruire consapevolezza, rimanere giovane di pensiero e capace di azione. Senza preclusioni e inutili resistenze a una tecnologia sempre più avvolgente, la Federazione naviga con la forza delle idee e la determinazione a realizzare pochi e chiari scopi, ma ambiziosi: costruire esperienze, produrre arte, portare nuove conoscenze esprimibili attraverso il linguaggio fotografico. Il tutto speriamo riesca ad avvenire in un ambiente che siamo sempre riusciti a mantenere sereno, fondato sulla forza delle relazioni.
È per questo che vogliamo festeggiare il nostro settantesimo compleanno da questo Congresso verso il vicino Centro Italiano della Fotografia d’Autore di Bibbiena, ove abbiamo preparato una esposizione che ripercorre i momenti salienti della nostra storia. Se già non l’avete visitata sappiate che è d’obbligo una deviazione verso il centro Culturale della Federazione. È perché ci sentiamo una famiglia che abbiamo deciso di portare a compimento in questo anno il progetto nazionale LA FAMIGLIA IN ITALIA la cui fase finale sarà la grande esposizione di Bibbiena che si inaugurerà il 16 giugno prossimo. Con le 12.780 foto arrivate per la selezione ci avete raccontato le molteplici caratteristiche del vivere insieme, l’universo complesso e la costellazione affettiva che lega le persone in quella cellula di reciproca assistenza che sta alla base della vita sociale. È stata una ricerca importante che riempie un vuoto nella iconografia del nostro Paese, ancora fermo a rappresentazioni familiari che hanno il sapore dell’Italia del dopoguerra. Per questo crediamo di avere, ancora una volta, depositato un importante mattone nella costruzione della storia federativa e della fotografia nazionale.
Come in ogni famiglia si resterà insieme per tanto tempo, oppure ci si separerà per percorrere strade differenti, ma oggi, qui, nessuno può toglierci la consapevolezza di un lavoro ben fatto, importante, consegnato a una lettura non semplice e proprio per questo interessante e vivace.
Nell’accogliere tanti che anche quest’anno hanno voluto consegnarci la loro fiducia per la prima volta, nel ringraziare tanti che l’hanno voluta confermare, dobbiamo ricordare anche coloro che invece ci hanno lasciato per sempre perché è per merito della loro eredità di conoscenza e di affetto che la Fiaf possiede questa straordinaria potenzialità culturale e relazionale.
Salutiamo per l’ultima volta, pur sapendo che saranno per sempre nei nostri cuori: Giulio Di Florio, Lina Orselli, Andrea Budai, Giuseppe Cannoni, Pietro Ottimo, Domenico Taddioli, Romano Cagnoni, Giorgio Rigon, Egle Olivero. Ancora una volta li richiamiamo a noi dedicando loro un minuto di silenzio.
Il diario della nostra storia è l’ANNUARIO che pubblichiamo oramai da 51 anni. Vorrei ancora una volta ribadire quanto importante sia mantenere la memoria delle nostre attività. Ognuno di noi, quando legge le attività che abbiamo insieme portato a compimento, quando si rende conto del numero di soci impegnati, a differente titolo, a lavorare per la Federazione oltre che per il proprio circolo, resta davvero impressionato. Mi capita di pensare che non abbiamo vera consapevolezza della nostra forza e quasi mai sappiamo quanta ammirazione la nostra realtà generi anche negli ambienti professionali. Essi, pur se sono parchi di complimenti e vera considerazione, non possono esimersi dal riconoscere l’impegno, la serietà, la qualità delle nostre iniziative. Nessuno è in grado, tranne noi, di generare movimenti e partecipazioni così diffusi nel paese.
Quest’anno l’ormai ex Ministro dei beni e delle attività culturali e del turismo, Dario Franceschini, ha costituito per la prima volta una Cabina di regia per la fotografia allo scopo di tutelare, valorizzare e diffondere la fotografia in Italia come patrimonio storico e linguaggio contemporaneo. Sul sito del Ministero (MiBACT) si legge che “con l’obiettivo di definire un piano di sviluppo volto ad adattare l’intervento pubblico alle mutazioni tecniche ed economiche del settore e a determinare nuove opportunità per la fotografia italiana a livello nazionale e internazionale, il Ministero ha indetto gli Stati generali della fotografia”. Durante il primo degli incontri previsti, a Roma, anche la nostra Federazione è stata chiamata al tavolo di discussione quale realtà culturale di rilievo operante nel settore. Come Presidente della Federazione ho subito sottolineato come sia importante
tra le linee programmatiche non manchi la realizzazione di un progetto di alfabetizzazione del linguaggio fotografico nelle scuole. il Ministero ha poi avviato un ricco programma di incontri su scala nazionale “MiBACT per la fotografia: nuove strategie e nuovi sguardi sul territorio” per tutto il 2017, approdando anche presso il nostro CIFA durante la manifestazione Fotoconfronti. È stato un momento storico per la FIAF e per la Fotografia amatoriale in generale: l’incontro ha certamente valorizzato la nostra attività di fotoamatori, sottolineando il peso che abbiamo sempre avuto nell’affermazione della fotografia Italiana e il grande lavoro sempre svolto dalla FIAF a supporto della crescita culturale di tutti gli appassionati di fotografia. Speriamo che il nuovo assetto politico del paese non privi la fotografia di questo importante riconoscimento tra i Beni Culturali Italiani.
Prosegue per il quarto anno consecutivo la segnalazione, da parte dei Presidenti di circolo, dei soci più meritevoli che non sono ancora conosciuti dal grande pubblico. Assegnare ai nostri Presidenti il ruolo di TALENT SCOUT significa riconoscere a queste figure un importante compito culturale, oltre che organizzativo/gestionale. Vogliamo che i Presidenti siano i portavoce della Federazione e che sia evidente l’affidamento che tutta la comunità pone in questa figura. Nel 2017, oltre ai 10 finalisti (5 della categoria senior e 5 giovani) sono stati segnalati altri 4 autori. I lavori dei finalisti senior e junior sono stati pubblicati su Fotoit, mentre i segnalati hanno ottenuto la pubblicazione sul Blog del Dipartimento Cultura e recensioni sulla rubrica di Fotoit Singolarmente Fotografia. Entrambe le categorie, poi, hanno avuto una piccola mostra dedicata presso i locali espositivi dello scorso Congresso. I giovani segnalati, inoltre, parteciperanno alla sezione Off della Biennale dei Giovani Fotografi, in programma per il 2018. È proprio sui giovani che l’attenzione deve restare sempre alta: ci raccomandiamo ai presidenti perché segnalino alla Federazione e al Dipartimento Giovani i talenti che si affacciano al mondo della fotografia. È anche importante che essi vengano supportati, incoraggiati e avviati verso i tanti percorsi per loro appositamente pensati, quali ad esempio la Biennale dei Giovani Fotografi che si svolge presso il CIFA.
Dato che entriamo in argomento è bene sottolineare quanto numerose i e importanti siano le attività del Centro Italiano della Fotografia d’Autore. Da aprile a giugno 2017 la mostra di Mauro Galligani - Alla luce dei fatti – ha reso onore all’autore cui è stato dedicato anche il volume della collana Grandi Autori per il 2017. Tra i fotografi italiani che si sono dedicati alla professione di fotoreporter Mauro Galligani è tra i più importanti. Ha realizzato in oltre quarant’anni di attività centinaia e centinaia di servizi, la maggior parte per il settimanale Epoca, inviato in ogni parte del mondo là dove occorreva evidenziare i fatti con l’immediatezza e la potenza della fotografia. Galligani ha confessato che non ha mai fotografato per inseguire premi, anche se, per la sua bravura, nel 1980, primo tra i fotogiornalisti, riceve dal Presidente Sandro Pertini il prestigioso Premio Saint Vincent per il giornalismo. Da giugno a settembre la mostra Questioni di famiglie è stata pensata come avvicinamento al progetto nazionale LA FAMIGLIA IN ITALIA. Se quest’ultimo si propone di analizzare le caratteristiche della famiglia contemporanea, la mostra Questioni di Famiglie ha indagato, invece, la storia sociale, culturale e la iconografia della rappresentazione delle famiglie. Su idea del Comitato scientifico del CIFA e con ben nove curatori, la mostra ha trattato della famiglia vista dai giornali (Tatiana Agliani), della famiglia a tavola (Massimo Agus), della famiglia in posa (Giovanna Calvenzi), della famiglia social (Attilio Lauria), della famiglia nel cinema italiano (Antonio Maraldi), delle memorie familiari (Lucia Miodini), degli Album di famiglia (Claudio Pastrone), della famiglia senza posa (Michele Smargiassi), di quella postbellica (Enrica Viganò), senza dimenticare immagini storiche in parte estratte dagli e dell'Associazione per la Fotografia Storica di Torino (Claudio Pastrone e Renato Longo). Il tutto in un periodo che va dalla fine dell’800 al 2016. Da settembre a novembre è stata la volta della diciottesima edizione di Fotoconfronti e della dodicesima di Crediamo ai tuoi occhi. Come nelle scorse edizioni il programma di Fotoconfronti 2017 ha avuto quali punti focali: la tappa di Portfolio Italia 2017 Gran Premio Hasselblad e il premio Crediamo ai tuoi occhi. Non sono mancati incontri con gli autori, tavole rotonde, microseminari, mostre fotografiche. Come certo saprete il premio Crediamo ai tuoi occhi è suddiviso in due sezioni. La sezione Percorsi si propone di valorizzare il miglior progetto fotografico
con la pubblicazione di un volume fotografico della collana monografica FIAF. Quest’anno ha vinto Maria Caterina Feole con l’opera “Gli orti urbani: ritorno alla terra e alla comunità”. Nella sezione Autoedizioni è stato premiato il miglior libro fotografico d’autore in autoedizione. Quest’anno è toccato a Carlo Panza con l’opera “La serra”. Sempre maggior importanza, inoltre, assume Fotoconfronti OFF, manifestazione parallela, fresca e stimolante, che arricchisce il programma ufficiale offrendo ai visitatori mostre e autori alternativi esposti in vari spazi bibbienesi.
Inoltre è da segnalare l’inaugurazione di nuove opere del Progetto BIBBIENA CITTÀ DELLA FOTOGRAFIA, la galleria a cielo aperto che ospita nelle vie della città le fotografie di importanti autori italiani. Si sono aggiunte, nel corso del 2017 le opere di Mauro Galligani, Piergiorgio Branzi, Franco Fontana, Francesco Zizola, Maurizio Galimberti, Marina Alessi e di Vasco Ascolini che vanno quindi ad arricchire l’ormai folto patrimonio di opere di autori quali Gabriele Basilico, Gianni Berengo Gardin, Giovanni Gastel, Nino Migliori. Tutte le immagini sono state donate alla Federazione dai Grandi Autori della Fotografia Italiana e l’esposizione con stampe di grande formato si è realizzata con la collaborazione tra FIAF, Amministrazione comunale e Aziende locali.
Per chiudere l’anno delle attività CIFA, da novembre 2017 a febbraio 2018 si è svolta la quattordicesima edizione della fase finale di Portfolio Italia, con i suoi 16 finalisti. La vittoria quest’anno è andata a Filippo Venturi con Korean Dream. Secondi classificati pari merito sono stati Matteo Ballostro con Polaroid Express e Ciro Battiloro con Sanità.
Non possiamo che rimanere impressionati dall’immenso lavoro che viene fatto al CIFA con l’aiuto del circolo locale AVIS di Bibbiena, ma con la partecipazione sempre generosa di tanti volontari che vengono a darci una mano per il montaggio delle mostre. Altrettanti lavorano sull’ideazione, sull’organizzazione degli eventi, sulla comunicazione. Tutti dovremmo imparare a sostenere la nostra sede culturale partecipando alle attività ma anche donando opere, libri e denaro. La nostra Federazione possiede la più grande raccolta di immagini del mondo fotoamatoriale italiano e una vasta biblioteca a disposizione di tutti coloro che amano la Fotografia: nel tempo questo è il nostro contributo alla memoria di tanti autori e di tante vicende che rappresentano la storia di un popolo, il divenire di un linguaggio e il trasformarsi della visione artistica.
Eppure a tutt’oggi la Federazione e il CIFA non godono di alcun sostegno continuativo, a parte quello che proviene dalle quote dei nostri associati. Se fino ad oggi non è stato possibile ottenere il riconoscimento della personalità giuridica della Federazione, costituisce una importante novità il fatto che dall’agosto 2017 sia entrato in vigore il Codice del Terzo Settore, che riordina tutta la materia delle associazioni no profit. Sono state abrogate diverse normative relative al Volontariato, alle Associazioni di Promozione sociale, alle Onlus. Sono state raggruppate in un solo testo tutte le organizzazioni di volontariato, tanto che gli Enti del Terzo Settore saranno obbligati, per definirsi tali, a iscriversi al Registro unico nazionale del Terzo Settore. Nei prossimi mesi si aspetta la pubblicazione di oltre 20 decreti ministeriali che serviranno ad attuare quanto previsto dal D. Leg. 117 del 3/07/2017. A fronte di maggiori impegni amministrativi potrà essere molto più semplice, per strutture come quella Federativa, accedere a esenzioni e vantaggi economici. La normativa rende anche molto più snello il rapporto con le amministrazioni Pubbliche. Ci stiamo preparando per comprendere meglio come si debba modificare il nostro assetto amministrativo e stiamo anche organizzandoci per poter essere propositivi nei confronti delle problematiche dei singoli circoli. Come avete potuto vedere nell’ordine del giorno di questa assemblea iniziamo a capire, con il contributo di un importante esponente di questo settore, Roberto Museo, direttore di CSVnet, come la FIAF ed i suoi circoli possano affrontare questo percorso.
Sotto il profilo dei contatti con i privati e le aziende cerchiamo di mantenere e sviluppare i rapporti di scambio culturale/economico con Apromastore, Hasselblad, Fowa, Fuji, che apprezzano le nostre capacità organizzative e culturali. Queste ditte hanno perfettamente capito che la nostra Associazione è soggetto affidabile, capace di muovere idee e orientamenti anche nel mercato fotografico. Inoltre nel 2017 abbiamo continuato le importanti collaborazioni con il Festival Cortona On The Move e con Wiki Loves Monuments e aperto una nuova collaborazione con UNHCR, Alto Commissariato delle Nazioni Unite per i Rifugiati,
concretizzatosi con un concorso e la rispettiva mostra da ammirare alla Fortezza del Girifalco e la cui premiazione si svolgerà nel pomeriggio di questa giornata ricchissima di eventi.
L’anno è iniziato inaugurando anche una nuova attività di concorso: il Primo Premio per Circoli FIAF 2017 ha riscosso una grande partecipazione. Il concorso è finalizzato a una partecipazione a squadre (fino a due per circolo) con foto a tema libero. Si vuole dare l’occasione di mostrare sia opere già affermate in altri circuiti, anche internazionali, sia opere inedite, in modo che i circoli abbiano materiale per confrontare la qualità del loro operare, sollecitando una sana idea di competizione finalizzata alla crescita della fotografia singola.
Ulteriore novità è stata quella della FOTO DELL’ANNO con Fuji, partner di questa iniziativa, che ha messo a disposizione un importante premio del valore di circa 2.000 Euro. Il concorso è aperto a tutti i soci entrati in statistica nelle sezioni per foto singola e si articola nelle sezioni Tema Libero e Natura.
L’agenzia Seigradi/6Glab, che cura per noi la comunicazione all’intero mondo della fotografia nazionale si conferma una scelta davvero ottimale, fatta di professionisti che ci seguono unendo le capacità alla passione, producendo risultati che non erano mai stati raggiunti con le nostre sole forze. È da segnalare però anche l’ottimo lavoro fatto dal Dipartimento Comunicazione, che ha rivoluzionato il modo di far viaggiare le informazioni all’interno della Federazione. L’arrivo di mail personalizzate ai Delegati Regionali e Provinciali, il diffondersi delle informazioni relative alle attività della Federazione, ha scosso la nostra struttura e ha prodotto stimoli ed energie collaborative. Sono in arrivo anche mail di benvenuto ai nuovi soci per accompagnarli a conoscere il nostro mondo, ricco di sfaccettature e percorsi non sempre facili da comprendere per chi si affaccia inesperto. Auspico che questo nuovo modo di relazionarci produca un più consapevole stare insieme.
Stiamo quindi parlando dell’Area Comunicazione, che comprende, oltre al già citato Dipartimento Comunicazione anche i Dipartimenti Social e Web. Il Dipartimento Social procede oramai con scioltezza e con un seguito davvero d’eccezione: la sola pagina FB è arrivata, a fine 2017, ad oltre sei milioni di visualizzazioni, con un numero di followers che ha superato al momento i 35.000. Anche il Blog de LA FAMIGLIA IN ITALIA, con 76 articoli pubblicati, ha fatto registrare oltre 50.000 contatti. Fidelizzati gli appassionati che ci seguono dall’esterno ora si cercherà di dare sempre più spazio agli associati pubblicando i lavori calendarizzati nel circuito delle Gallerie Fiaf, e i contributi che vengono dall’interno della Federazione. Inoltre è di recente nascita la nuova comunità Instagram dei FIAFERS, che nei primi tre mesi di vita ha superato i 1.000 followers, dimostrando un ottimo gradimento di pubblico. Anche al proprio interno il Dipartimento Social sta consolidando la sua struttura, sia ampliando il numero dei collaboratori, sia con il riconoscimento delle prime figure operative che hanno intrapreso i diversi percorsi di formazione. Si sta costruendo un team fatto di persone che abbiano conoscenza della storia della fotografia, dei suoi linguaggi e movimenti - con una particolare attenzione alla fotografia contemporanea - e che sappiano abbinare competenze relative alle dinamiche di comunicazione dei social. Sono quindi stati individuati i percorsi formativi per Responsabile di community (responsabile della cura delle relazioni con i membri della community), Ricercatore Iconografico (capace di riconoscere lavori che siano interessanti da proporre in chiave didattica, orientati all’innovazione dei linguaggi, e/o alle nuove forme di presentazione, e/o a differenti usi della fotografia), Redattore Web (la cui dote peculiare è la capacità di sintesi comunicativa nella scrittura, necessariamente diversa dal tipo di scrittura richiesta dal cartaceo); Giurato on-line (esperto nella valutazione on-line). Di anno in anno anche queste figure saranno nominate tra coloro che si formeranno all’interno del Dipartimento.
La comunicazione interna è anche affidata a numerosi siti, oramai in funzione da anni e facilmente raggiungibili dal sito aggregatore http://www.fiaf.net/. Sono tutti affidati a volontari che li arricchiscono di contenuti per continuare ad essere punto di riferimento per notizie e scambi culturali. Le nostre newsletter, inoltre, sono sempre più importanti per garantire velocità e precisione di comunicazione.
Per descrivere compiutamente il funzionamento interno della Federazione ricordiamo che sono attive diverse aree tematiche che si occupano di aspetti specifici, garantendo la continuità dei servizi e il controllo
tecnico amministrativo. Si tratta dell’Area Associati, che comprende i dipartimenti Concorsi, Statistica, Interni, Segreteria e Tesseramento, è caratterizzata da un importante lavoro per la buona gestione dei servizi ai Circoli e ai soci. Tra gli altri il Dipartimento Concorsi con il suo Direttore e la Commissione di controllo stanno facendo uno sforzo davvero apprezzabile per modificare i regolamenti nell’ottica di salvaguardare il merito, il rispetto delle regole, l’eticità insomma, della partecipazione a una delle attività più sentite, specie dai soci di lunga data. Grazie al grande impegno del nuovo Direttore Fabio Del Ghianda e dei suoi collaboratori, da pochi giorni è online il nuovo sito delle statistiche FIAF, un grande traguardo che ci darà la possibilità di avere a portata di mano la storia di tutti gli autori che in questi 70 anni hanno partecipato ai concorsi FIAF. Crediamo che negli ultimi anni si sia visto l’impegno dedicato a questo settore, ma non intendiamo certo abbassare la guardia perché sappiamo che dare l’esempio di serietà e buona gestione ripaga sempre la fatica dei nostri responsabili e collaboratori di settore. Un ringraziamento particolare va a Piero Sbrana che per quasi trenta anni ha svolto un importantissimo lavoro per le statistiche FIAF e FIAP, gestendo il complesso mondo dei concorsi.
L’Area Servizi ai soci, con i dipartimenti Convenzioni, Esteri, Grandi Mostre FIAF e Manifestazioni permette alla nostra Federazione di essere presente con proposte che investono la vita associativa e il suo rapporto con il mondo esterno. Ricordiamo in particolare le affermazioni del dipartimento esteri, che porta a casa sempre un ricco bottino nelle manifestazioni internazionali: quest’anno abbiamo vinto la Coppa del Mondo per stampe a Colori in Norvegia. Il tema individuato per la scelta delle immagini era “Lo sport: un mezzo per l’integrazione del disabile”. La squadra era composta da: Roberto Baroni, Adriano Boscato, Cesare Fancelli, Adriano Favero, Renzo Miglio, Marzio Minorello, Giulio Montini, Valerio Pagni, Paolo Tavaroli, e Massimo Vannozzi. A loro tutto il nostro apprezzamento e un ringraziamento per avere tenuto alta la bandiera della Federazione.
Per il servizio Grandi Mostre anche quest’anno si conferma il grande successo delle mostre la Dolce vita e il Neorealismo. Ci spiace che altre mostre di notevole spessore siano meno richieste. La lezione è che dobbiamo saper meglio valorizzare il nostro patrimonio di risorse. Cerchiamo di raggiungere insieme questo risultato!
Gode di ottima salute la manifestazione “Portfolio Italia – Gran Premio Hasselblad” che ha visto una partecipazione cresciuta, nonostante la defezione di uno degli appuntamenti previsti nelle passate edizioni e nel sovrapporsi di una tappa portfolio con la tappa Congressuale. Questa 14esima edizione si è caratterizzata per risultati, in termini di partecipazione, anche migliori rispetto all’edizione che l’ha preceduta: hanno partecipato 571 Autori (con una media di 71,4 per tappa, ovvero mediamente quasi 10 Autori in più rispetto al 2016). Gli Autori sono intervenuti sottoponendo all’attenzione degli Esperti ben 731 Portfolio. Nell'insieme sono state effettuate 1.800 letture da parte di 68 Lettori differenti. Sono stati premiati 16 Autori provenienti da 8 differenti Regioni italiane. Allargando l’analisi all’intero arco delle 14 edizioni, possiamo dire che, dal 2004 a oggi, a “Portfolio Italia” hanno aderito 123 Festival e che vi hanno partecipato complessivamente 9.071 Autori con 11.243 Portfolio. Come dice Fulvio Merlak nel suo testo di conclusione dell’esperienza 2017: “Ma di certo, ciò che più conta è che anche l’edizione 2017 ha confermato, e addirittura rafforzato, l’apporto formativo-didattico del nostro Circuito. La partecipazione alle otto tappe è stata sempre vivace e sentita, ed ha evidenziato, ancora una volta, la crescente attenzione dei giovani nei confronti della fotografia. Quello dei portfolio fotografici, in Italia, è davvero un fenomeno culturale di vaste proporzioni e di rilevanti significati; un fenomeno che ha ridefinito certi valori e che ha trovato una grande eco presso gli appassionati”. Ricordiamo che le manifestazioni partecipanti nel 2017 sono state: 11° Portfolio al mare - Festival Una Penisola di Luce e 69° Congresso Naz. FIAF a Sestri Levante (GE); 14° FotoArte in Portfolio a Taranto; 8° Portfolio dello Strega - FacePhotoNews a Sassoferrato (AN); 16° Portfolio dell’Ariosto - Garfagnana Fotografia a Castelnuovo Garfagnana (LU); 15° Portfolio Trieste - TriestePhotoFestival; 10° Portfolio Jonico - Festival Corigliano Calabro (CS); 26° Premio SI Fest Savignano Immagini a Savignano sul Rubicone (FC); 18° FotoConfronti a Bibbiena (AR).

L’Area Editoria comprende i dipartimenti Annuario e Foto dell’anno, Collana Grandi Autori, Collana Monografie, Fotoit. I soci del 2017 hanno avuto il privilegio di avere in dono il libro della collana FIAF Grandi Autori della Fotografia Contemporanea (n.15) dedicato a Mauro Galligani, uno dei più famosi fotografi italiani, noto soprattutto per la fotografia di documentazione di eventi bellici. Per il 2018, come avete già visto, la Collana cresce con il volume dedicato a Maurizio Galimberti. Nato a Como nel 1956, Maurizio Galimberti è un famoso artista e fotografo italiano che sviluppa la passione per la fotografia, mentre studia per diventare geometra. Dal 1983 comincia a usare solo le Polaroid, anche perché, come dice ironico lui stesso, può così vedere subito il risultato dello scatto senza aspettare lo sviluppo della pellicola. Nel 1991 inizia a collaborare con la Polaroid Italia, della quale diventa testimonial ufficiale. Diventerà notissimo specie per i suoi mosaici di polaroid, una tecnica da lui creata che consiste nello scomporre un'immagine in tante polaroid, ciascuna delle quali riproduce un particolare diverso dello stesso soggetto. Le diverse polaroid vengono, poi, accostate l'una all'altra per ricomporre l'immagine in un collage. Oltre ai ritratti di star come Lady Gaga, Robert de Niro e Johnny Depp, Maurizio Galimberti ha realizzato dei portfolio dedicati alle città di Berlino, New York e Venezia. È un autore che ci stupirà per la capacità di uno sguardo mai banale e per la capacità di rinnovarsi.
L’autore dell’anno 2017 è stato Marco Urso, fotografo naturalista. Per il 2018 è stata scelta Stefania Adami (1962) socia del circolo Fotocine di Garfagnana di Castelnuovo. L’autrice fotografa da quando il padre le regalò, a 11 anni, la prima macchina fotografica. Il suo lungo percorso da autodidatta si è presto incontrato con la Federazione, alla quale è iscritta da quasi 25 anni. I suoi progetti fotografici nascono per raccontare storie e per esprimere la forte empatia che nutre per i suoi soggetti. La ricordiamo per i suoi reportage dall’Iran e dal Senegal, da Cuba e dalla Sardegna, ma anche per importanti opere dal carattere più personale, come La morte si sconta vivendo o l’Inquilinea (opera che fa parte della galleria a cielo aperto di Bibbiena, nelle dimensioni affatto trascurabili di 10*3 metri!). La Adami è la rappresentazione stessa dell’attaccamento alla Famiglia Fiaf per la sua costante presenza e partecipazione alle manifestazioni nazionali, anche come testimonial (Tanti per Tutti). Premiatissima e apprezzatissima fotografa la Federazione è onorata di dedicarle la monografia n. 99.
Per la Collana Monografie sono stati pubblicati quattro volumi. L’Emilia Romagna si fotografa 3 – Luoghi d’arte e dell’arte - Monografia n. 95. Con questo lavoro la regione si conferma una delle più attive nella produzione di progetti collettivi. La novità della monografia è anche quella di aver lavorato su una tematica specifica per invitare gli autori a puntare occhio e obiettivo su un aspetto particolare del territorio. La Monografia n. 96 è la terza prodotta dall’Associazione Eyes di San Felice sul Panaro. Si tratta di un lavoro collettivo che presenta un’imponente varietà di immagini realizzate da 115 autori su un tema settimanale, nell’arco di un anno: tra il 2016 e il 2017. La Monografia n. 97 è quella di Maria Caterina Feole, vincitrice del concorso Crediamo ai tuoi occhi (di cui si è detto). Ed infine la Monografia n. 98 dell’Imago Club Prato “La Strada”, realizzata in occasione dei 40 anni del Club.
La collana QUADERNI FIAF viene inviata in omaggio ai soci che si sono iscritti o che hanno rinnovato la quota associativa entro il dicembre di ogni anno. Come sapete la collana è il frutto di una ricerca mirata a scoprire piccoli capolavori nascosti, opere brevi e mai pubblicate di Grandi Autori della Fotografia. Lo scorso anno abbiamo iniziato questo percorso con Cesare Colombo e il suo Sabina 0-18. Quest’anno si continua con Nino Migliori e “Aquaeductus” un’opera in cui l’autore, mediante la tecnica della Polapressure trasfigura la realtà del sistema di tubazioni e delle apparecchiature di un acquedotto. Come scrive Francesca Lampredi nella sua prefazione, anche questa volta l’autore combatte “contro la consuetudine della visione” aiutando lo spettatore a cogliere una nuova coscienza dell’ambiente che lo circonda e del proprio io.
FOTOIT è l’organo della Federazione Italiana delle Associazioni Fotografiche realizzato con il contributo di oltre 50 i collaboratori fissi e almeno 10 firme professionali che occasionalmente lavorano con noi, tutti con grande competenza e professionalità. La rivista è una responsabilità, un impegno, un segno tangibile e duraturo della presenza della Federazione, del suo essere scuola di stile e di vita generatrice di opinioni, autorevole riferimento culturale. Nelle sue pagine troviamo la conferma della nostra storia, i nuovi percorsi,
la nostra volontà di rapportarci con tutta la ricchezza del mondo FIAF, che innesta virgulti nel fertile terreno della creatività. In queste pagine incontriamo anche autori che non sono nostri soci perché crediamo che l’ampiezza della conoscenza non abbia limite di alcun genere. Nel 70esimo anniversario della Federazione è importante sottolineare che Fotoit lavora sulla nostra identità e come lei si modifica con il tempo. Con la nostra rivista cerchiamo di mostrare cosa sia la fotografia in Italia: troppo spesso sottovalutata, troppo poco citata nella Storia della Fotografia essa resta spesso ancora materia inascoltata o sminuita. Avete visto la nuova rubrica Storia di una fotografia? Si tratta di un lavoro collettivo volto a riscoprire le foto italiane che restano nell’immaginario collettivo e troveremo modo di sorprendervi con la ricerca di immagini ancora poco conosciute. Quest’anno anche Fotoit ha ritenuto di istituzionalizzare una serie di figure interne al Dipartimento. È un riconoscimento che viene dato ai collaboratori in ragione della continuità e della qualità del loro impegno, ringraziandoli per la capacità propositiva dimostrata e per la capacità di prendere impegni duraturi. Le figure individuate sono: Collaboratore Fotoit: attività di collaborazione con la rivista da almeno 12 mesi - Redattore Fotoit: collaboratore che si distingue per competenza e continuità di servizio da oltre 5 anni - Caposervizio Fotoit: redattore di Fotoit responsabile di una sezione della rivista e che si distingue per competenza e continuità nella collaborazione.
L’Area Cultura e Didattica comprende i dipartimenti Audiovisivi DIAF, CIFA, Cultura, Didattica, Gallerie, Galleria FIAF di Torino, Giovani.
Il Dipartimento Giovani ha appena lanciato un progetto nazionale rivolto ai Circoli Fiaf ed ai giovani soci. Con "Yes, we're open" si vuole sottolineare la disponibilità dell’incontro tra circoli e giovani autori. L'idea è quella di poter incontrare gli Under 29 in tutti i circoli presenti sul territorio nazionale, dando loro la possibilità di accrescere passione e motivazione, attraverso il confronto con altri appassionati di fotografia. I circoli che aderiranno all'iniziativa riceveranno un elenco dei giovani autori FIAF da invitare per creare nuove reti di contatto.
Siamo particolarmente soddisfatti dell’avvio del progetto Gallerie, che vuole creare una maggiore consapevolezza espositiva nelle sedi del circuito. È importante che le Gallerie dimostrino di avere requisiti minimi di idoneità, oltre a capacità curatoriali: le mostre proposte debbono essere un vero momento culturale che aiuti a comprendere quanto si guarda.
Le Gallerie sono strutture in grado di contenere almeno 30/40 fotografie, con adeguata illuminazione, con uno spazio mirato alla esposizione/vendita dell’editoria FIAF e, possibilmente, di incontri formativi. Il curatore può utilizzare un approccio scientifico o creativo, scegliendo la successione espositiva più adatta, utilizzando idonei supporti a seconda della natura delle opere, in modo da far risaltare al meglio la produzione esposta. L’obbiettivo ambizioso della Federazione è di arrivare ad avere una “Galleria FIAF” in ogni regione. Ad oggi le Gallerie operanti sono: Pincini Carlotti Garda (VR), Culturale Opera San Felice sul Panaro (MO), Civica Fototeca Nazionale Sesto San Giovanni (MI), Sala Mostre Fenice Trieste, Le Gru Valverde (T,) Centro della Fotografia Taranto, Museo Civico di Palazzo della Penna (PG), Augusta Photo Frelance Augusta (SR) e ARVIS Palermo.
A queste si sono aggiunte nel mese di marzo altre due Gallerie: il Museo Nazionale della Fotografia di Brescia e la Galleria Spazio Imago di Arezzo. Inoltre è in via di definizione un protocollo di intesa con il Museo di Santa Maria della Scala di Siena per la realizzazione di una Galleria FIAF all’interno del Museo stesso, in uno spazio di 300 mq. completamente attrezzato per le esposizioni.
Il Dipartimento Cultura sta proseguendo nella sua opera di formazione di nuove figure operative: anche quest’anno arrivano a compimento dei diversi percorsi formativi molti degli iscritti al dipartimento. Siamo grati al lavoro del Direttore e del suo staff perché hanno fatto in modo che si sviluppassero al nostro interno potenzialità culturali e organizzative impensabili solo qualche anno fa, sia in termini di presenza numerica, sia come qualità. Nel 2017 segnaliamo l’importante attività dei laboratori. Il tema prescelto era “Capolinea”. Su questo si sono attivati 18 laboratori differenti, in 7 regioni. I laboratori prevedono uno scambio diretto con i tutor, la partecipazione anche aggregata di più circoli, un movimento autoriale e di studio davvero
fondamentale per far girare informazioni, per realizzare approfondimenti sul linguaggio e per consolidare sull’operatività l’appartenenza alla Federazione.
Il Dipartimento Didattica sta proseguendo la formazione interna dei Docenti, per migliorare la qualità dei servizi da offrire ai Circoli. Partirà a breve Il Corso di Fotografia Certificato, che potrà essere richiesto al Delegato Regionale, allo stesso costo del Corso Riconosciuto e con i medesimi vantaggi per l’affiliazione alla Federazione. È un modo per valorizzare ulteriormente la vasta attività dei docenti del DiD: attraverso il Corso Certificato (che rilascerà una specifica attestazione) sarà più semplice garantire qualità al percorso formativo proposto dai singoli circoli.
Il Dipartimento Audiovisivi nel corso del 2017 ha organizzato il 21esimo seminario Nazionale (Garda) che è stato occasione per lanciare nuove iniziative riguardo la produzione artistica di audiovisivi, per dibattere, analizzare i problemi e trovare soluzioni. Con le tradizionali proiezioni di opere tutti gli autori si sono messi in discussione mediante i commenti dei lettori e con il dibattito in sala. Il Seminario ha preso quest’anno un sapore prevalentemente “artistico” in quanto il dipartimento ha promosso per il 2017 anche il Primo Seminario tecnico (Salsomaggiore) in cui Esperti docenti nazionali hanno presentato gli argomenti tematici che compongono un AV attraverso un’analisi critica di opere proiettate e un dibattito interattivo con i partecipanti. L’esperienza è stata ripetuta con grande successo nel mese di marzo di quest’anno. I programmi formativi, le serate proposte, la raccolta dei numeri del notiziario on line sono tutti consultabili nell’ottimo sito curato e aggiornato dai responsabili del Dipartimento.
Per il 2017 l’andamento del Tesseramento ha segnato una tendenza alla crescita, quella che da tempo desideriamo. Ci piace pensare che stiano arrivando i frutti dell’ottimo lavoro fatto, che finalmente sia riconosciuta, almeno in parte, la qualità del nostro operare, che i nostri soci abbiano saputo e voluto radunare attorno ai loro circoli e quindi nella Federazione, appassionati veri. E con questo intendo gente che opera per far conoscere il proprio lavoro, ma crede nella necessità di dare energia all’attività fotoamatoriale italiana sostenendone l’espressione più importante, più capace, più radicata nel territorio, più numerosa e più coraggiosa. La nostra accogliente famiglia FIAF, insomma. È compito di tutti noi promuovere il tesseramento: sono ancora troppi i circoli con un solo socio, e troppo pochi i giovani nelle nostre file.
In ultimo vogliamo ricordare che la Federazione possiede il più completo archivio della fotografia amatoriale italiana: ad esso deve essere dato un nuovo impulso con la partecipazione di tutti coloro che tengono alla storia della fotografia. In particolare richiamo l’attenzione sul protocollo di intesa tra Federazione e ICCD (Istituto Centrale per il Catalogo e la Documentazione) per una stretta collaborazione tra le parti. Il documento è il riconoscimento ufficiale dell'importanza che rivestono i nostri archivi fotografici e ci proietta in prospettiva come promotori della diffusione della cultura della conservazione e della divulgazione del patrimonio iconografico dei nostri associati. L'importanza del documento va al di là dello specifico, perché inserisce la FIAF tra gli Enti che hanno un rapporto certificato diretto con il Ministero dei Beni Culturali.
Come si può notare dalla lettura di questa relazione le attività svolte durante il 2017 sono veramente di tutto rispetto, questo nonostante le nostre modeste risorse economiche.
Mi piace sottolineare questo punto perché tutto quanto facciamo è possibile grazie all’enorme apporto personale di tantissimi di noi che mettono a disposizione le proprie capacità, il proprio tempo, le proprie esperienze e spesso anche le proprie risorse economiche.
Dal punto di vista del bilancio il 2017 si chiude con un utile di Euro 1.773. Con un grande sforzo e tanta attenzione ad ogni singola spesa, il Consiglio Nazionale è riuscito ad operare in tutti i campi, non tralasciando alcun aspetto e alcuna attività.
Scorrendo i dati principali del Conto Economico possiamo notare che i valori non si discostano dal bilancio di previsione, solo la parte delle attività ha dei valori sensibilmente più elevati ma a fronte di maggiori entrate,
mantenendosi la differenza inalterata ed il più delle volte favorevole per FIAF. Da segnalare che nella voce magazzino sono compresi circa 13.000 euro di riserva carta per FOTOIT, che abbiamo dovuto acquistare nel mese di dicembre, ma è relativa a tutta la produzione 2018, mentre per quanto riguarda il magazzino delle pubblicazioni il valore è sceso, segno della vendita delle pubblicazioni.
Per quanto riguarda le entrate è da segnalare l’importo leggermente più basso delle affiliazioni, che rimangono ancorate al livello dell’anno precedente, mentre sono sensibilmente aumentate le entrate di pubblicità sponsorizzazioni e i ricavi per le attività del CIFA.
Ma ora cerchiamo di capire meglio come è strutturato il nostro bilancio. I numeri che vedremo sono relativi all’attività ordinaria della Federazione .
Per quanto riguarda i ricavi possiamo aggregare le varie componenti in 5 voci:


RICAVI
Tesseramento (Circoli e soci) € 296.770 pari al 65,40%
Pubblicità € 41.143 pari al 9%
Vendita Pubblicazioni € 18.377 pari al 4%
Servizi ai Circoli € 32.604 pari al 7,2 %
Attività € 65.541 pari al 4,4%

TRA I COSTI ABBIAMO
Spese Generali € 162.693 pari al 36,4%
(che comprendono anche gestione sede, personale, rimborsi spese)
Servizi Diretti agli associati € 184.209 pari al 41,3%
(Fotoit, Annuario, volume Grande Autore, Quaderno)
Pubblicazioni € 11.575 pari al 2,6%
Servizi ai Circoli/Soci € 19.964 pari al 4,5%
Attività € 67.781 pari al 15,2%


Da una veloce analisi di questi dati possiamo verificare che la parte più importante dei costi è costituita dalle spese generali e dai servizi diretti agli associati, per un valore totale di €. 346.278 contro ai €. 296.770 di incassi provenienti dal tesseramento. Questo dato ci indica che sono stati restituiti ai soci, sotto forma di servizi diretti, circa €. 50.000 in più rispetto a quanto ricavato dalle quote sociali.
Da questi numeri emerge, sempre più evidente, che il sostentamento della nostra Federazione dipende dalle risorse che provengono dalla partecipazione dei soci, dalla vendita dei servizi ai soci e dalla vendita delle nostre pubblicazioni.
È necessario quindi uno sforzo maggiore di tutti i Presidenti di Circolo nel far vivere e apprezzare la Federazione all’interno dei Circoli: sono troppi i club con un esiguo numero di associati alla FIAF.
Dobbiamo allora lavorare tutti, dal Consiglio ai Delegati, a tutte le figure che hanno un ruolo operativo, per attuare un cambio di partecipazione alla vita sociale. Dobbiamo valorizzare il ruolo della Federazione, favorire la partecipazione diretta, far comprendere che aderire alla nostra Federazione è un valore, oltre che un dovere morale, di tutti coloro che amano la fotografia e che la esercitano.
Con la lettura di questa Relazione e con quelle seguenti del Rendiconto Economico, della Relazione del Collegio dei Revisori dei Conti e del Bilancio di Previsione per l’anno 2018, si conclude la presentazione delle attività che hanno maggiormente caratterizzato il 2017. Sentiamo il bisogno di ringraziare quanti hanno contribuito alla buona gestione dell’attività Federativa con il loro costante impegno, senza mai far mancare l’appoggio e il consiglio. Ringraziamo tutti gli ospiti che rendono più interessanti le nostre manifestazioni, coloro che ci aiutano nei montaggio delle mostre, chi collabora da vicino e chi da lontano, chi scrive e chi ci legge, chi fa parte della struttura amministrativa, chi di quella culturale, chi compra i nostri libri, chi cerca di farci conoscere da quel grande pubblico che ancora, pur amando la fotografia, non segue da vicino le vicende della nostra Federazione. Ringrazio tutti coloro che portano il loro contributo, grande o piccolo che sia, perché sono la forza del nostro essere comunità.
Personalmente ringrazio i miei Consiglieri, i Direttori di Dipartimento i Delegati Regionali e Provinciali e tutti quelli che hanno voluto spendere il loro impegno a favore della FIAF.
Ringraziamo le Associazioni Cortona Photo Accademy e Cortona On The Move, promotrici ed organizzatrici di questo 70° Congresso Nazionale. Ringraziamo anche il Sindaco di Cortona Francesca Basanieri, l’Amministrazione Comunale e tutti gli Enti che hanno contribuito alla buona riuscita del Congresso.

Bibbiena, 8 aprile 2018

Roberto Rossi
Presidente della FIAF




[ STATO PATRIMONIALE AL 31/12/2017 ]

ATTIVITA'


CASSE E 3.227,59
BANCHE E CC POSTALE E 97.380,78
CREDITI VARI E 37.210,48
MAGAZZINO CARTA E 12.425,01
MAGAZZINO PUBBLICAZIONI E 131.867,48
MAGAZZINO GADGETS E 3.304,48
MAGAZZINO CARTA/INCHIOSTRI PER STAMPA E 989,81
IMMOBILIZZI E 116.939,33
CLIENTI E 51.209,03
DEPOSITI CAUZIONALI E 1.729,07
RISCONTI ATTIVI E 5.772,05
TOTALE ATTIVITA' E 462.055,11


PASSIVITA'

RATEI PASSIVI E 2.480,00
ANTICIPI DA SOCI E 100.106,00
FONDO AMMORTAMENTI E 103.531,62
CAPITALE NETTO E 81.640,01
FONDO TRATT. FINE RAPPORTO E 35.196,50
DEBITI DIVERSI E 50.590,46
RITENUTE E 537,70
FORNITORI E 85.598,59
IVA C/ERARIO E 600,47
AVANZO D'ESERCIZIO E 1.773,76
TOTALE PASSIVITA' E 462.055,11


[ RENDICONTO ECONOMICO 31/12/2017]

RICAVI

AFFILIAZIONE CIRCOLI € 51.600,00
TESS. SOCI INDIVIDUALI € 245.170,00
FOTOIT/WEB/PUBBLICITÀ € 41.143,00
PUBBLICAZIONI € 18.377,94
CONGRESSO FIAF € 2.740,00
SERVIZI FIAF € 2.616,00
SERVIZI FIAP € 6.600,00
SERVIZI CONCORSI E MOSTRE € 20.648,00
DIPARTIMENTI
GALLERIA-FOTOTECA € 325,00
CIFA € 40.402,07
INTERNET
GESTIONE MOSTRE € 7.960,00
PORTFOLIO ITALIA € 5.450,00
RICAVI VARI € 982,52
SHOP MERCHANDISING € 483,00
DIAF € 9.869,00
PPROGETTO NAZIONALE € 1.535,00
DONAZIONI € 1.000,00
MAGAZZINO ATTUALE € 148.586,78

TOTALE € 605.488,31


COSTI

SPESE GENERALI/segreteria € 38.836,56
GESTIONE SEDE € 25.553,00
PERSONALE € 91.710,87
FOTOIT € 127.068,01
PUBBLICITÀ € 4.000,00
ANNUARIO € 20.005,22
PUBBLICAZIONI € 11.575,51
CONGRESSO FIAF € 518,83
PROMOZIONE € 29.039,98
SERVIZI FIAF € 693,75
SERVIZI FIAP € 2.425,00
SERVIZIO CONCORSI E MOSTRE € 4.222,57
DIPARTIMENTI € 1.534,75
GALLERIA-FOTOTECA € 966,06
CENTRO ITALIANO FOT. AUTORE € 45.033,22
INTERNET € 4.097,38
GESTIONE MOSTRE € 1.250,29
PORTFOLIO € 7.229,64
RIMBORSI SPESE ORGANI SOCIALI € 5.969,38
CONVEGNO ANNUALE € 4.153,57
COMUNICAZIONE € 3.811,28
COSTI E SPESE DIVERSI € 3.948,9
SHOP MERCHANDAISING
AMMORTAMENTI € 5.453,23
DIAF € 5.230,29
PROGETTO NAZIONALE € 1.280,25
ACCANTONAMENTO TFR € 6.153,38
MAGAZZINO ANNO PRECEDENTE € 151.953,63
UTILE DI ESERCIZIO € 1.773,76

TOTALE € 605.488,31



[ RELAZIONE DEL COLLEGIO DEI REVISORI DEI CONTI ]
[ BILANCIO CONSUNTIVO AL 31.12.2017 ]

Signori Soci,
nella nostra qualità di Revisori dei Conti della Federazione Italiana delle Associazioni Fotografiche (FIAF), abbiamo esaminato il progetto di bilancio consuntivo relativo all’esercizio sociale chiuso il 31 dicembre 2017, così come redatto dal Consiglio Nazionale ed a noi tempestivamente consegnato per consentire di formulare e redigere la presente relazione.
SINTESI E RISULTATI DELL’ATTIVITÀ DI VIGILANZA
Come a Voi noto, il Collegio dei Revisori ha la funzione di controllo della gestione e della contabilità ai sensi dell’art.17 dello Statuto sociale ed ha svolto, pertanto, l’incarico previsto a questi scopi. Ha, pertanto, vigilato sull’operato e sull’assetto organizzativo, attraverso la raccolta di informazioni dai responsabili delle funzioni del sistema amministrativo e contabile trovandoli entrambi adeguate alle esigenze della Federazione.
In particolare il Collegio ha:
• vigilato sull’osservanza della legge, dello Statuto e sul rispetto dei principi di corretta amministrazione;
• partecipato alle adunanze del Consiglio Nazionale avvenute nel rispetto dello statuto sociale;
• ottenuto dall’organo amministrativo, durante le riunioni periodiche, informazioni sul generale andamento della gestione e della sua prevedibile evoluzione, nonché sulle operazioni di maggior rilevo effettuate dalla Federazione: Ciò consente di ragionevolmente assicurare che le azioni poste in essere sono conformi alla legge e allo statuto sociale, e che non sono state manifestamente imprudenti, azzardate, o tali da compromettere l’integrità del patrimonio;
• approfondito la conoscenza e vigilato, per quanto di competenza, sull’adeguatezza dell’assetto organizzativo dell’Associazione, anche tramite la raccolta d’informazioni dai responsabili della funzione organizzativa e, mediante la documentazione trasmessa, è stato valutata l’adeguatezza del sistema amministrativo e contabile nonché sull’affidabilità di quest’ultimo a rappresentare correttamente i fatti di gestione e. a tale riguardo, non vi sono osservazioni particolari da riferire;
• approfondito la conoscenza e vigilato sull’adeguatezza del sistema amministrativo-contabile, nonché sull’affidabilità di quest’ultimo a rappresentare correttamente i fatti di gestione e, ove necessario, sono state chieste ed ottenute ulteriori informazioni dalla responsabile della funzione e dalla Segreteria; anche tal riguardo non vi sono osservazioni particolari da riferire.
Il sottoscritto Collegio non ha riscontrato operazioni atipiche od inusuali. Non sono pervenuti esposti, né nel corso dell’esercizio sono pervenute denunce da parte di alcun socio, e nel corso dell’attività come sopra descritta, non sono emersi fatti significativi tali da richiederne la menzione nella presente relazione.
Si rammenta che la Federazione svolge sia un’attività istituzionale, sia attività commerciali; ne consegue che per una corretta gestione amministrativa e fiscale questi due campi debbono essere necessariamente tenuti divisi per poter addivenire ad un corretto calcolo delle imposte sul reddito e dell’IVA che attengono alla sola parte commerciale.
In ogni caso, il Collegio può affermare che il bilancio, nell’unicità dei suoi documenti, è stato redatto conformemente alle regole di tecnica contabile, all’applicazione dei vigenti principi contabili dettati dall’Organismo Italiano di Contabilità (OIC) ed all’attuale normativa riguardante le associazioni non
riconosciute non aventi scopo di lucro.
I criteri utilizzati per la sua formazione non si discostano da quelli utilizzati per la formazione del bilancio del precedente esercizio, comprese le metodologie di valutazione delle varie poste, in piena attuazione del noto principio di continuità ed omogeneità di rappresentazione.
PROPOSTE IN ORDINE AL BILANCIO ED ALLA SUA APPROVAZIONE
Come da disposizioni di legge, il vostro Collegio ha provveduto a verifiche periodiche con l’assistenza della Segreteria e del personale addetto all’Amministrazione. Nel corso di dette verifiche si è proceduto, con un sistema a campione, all’analisi di vari documenti inerenti il ciclo attivo e passivo, nonché sulla correttezza delle registrazioni e tempestività negli adempimenti degli obblighi fiscali. Ha quindi potuto constatare la loro sostanziale regolarità ivi compresa la rilevazione dei fatti gestionali per i quali si fa riferimento ai verbali redatti in occasione di ogni verifica.
Con riferimento al controllo di gestione, il Collegio dei Revisori ha effettuato, fra l’altro, l’analisi degli scostamenti tra il bilancio preventivo e la situazione di periodo non rilevando sostanziali differenze.
In particolare è da segnalare l’estrema prudenza del Consiglio Nazionale in tema di sostenimento di costi e spese nel corso dell’esercizio, senza che ciò tarpasse in modo eccessivo le numerose iniziative rientranti negli scopi istituzionali. Tutto ciò ha consentito, rispetto all’anno precedente, il conseguimento di un avanzo di gestione, ancorché modesto
Dall’analisi delle singole poste è possibile affermare che:
- tutti i conti correnti di banca e postali sono in attivo e sono stati riconciliati con i relativi estratti conto dei vari enti e così per i conti di cassa;
- i crediti sono complessivamente iscritti secondo il loro presumibile valore di realizzo in relazione al grado di solvibilità dei singoli debitori conosciuto alla data di redazione del bilancio; alla data di chiusura del bilancio.
- il magazzino pubblicazioni è stato valutato, secondo i principi contabili OIC, in base al costo dell’ultimo acquisto. Complessivamente le rimanenze di magazzino sono diminuite senza che venissero effettuate svalutazioni di sorta.
- il fondo di accantonamento per il Trattamento di Fine Rapporto di lavoro, alla data di chiusura dell’esercizio, è stato calcolato secondo le norme di legge vigenti e del contratto di lavoro ed è adeguato in riferimento agli emolumenti spettanti ai dipendenti.
- nel corso dell’esercizio si è conclusa definitivamente, con una transazione, la vertenza intrapresa da una ex dipendente nei confronti della Federazione. Complessivamente, l’onere è stato di circa 4 mila euro dopo l’azzeramento dell’accantonamento prudentemente effettuato nel corso dell’anno precedente ed ammontante ad euro 3 mila.
- i debiti sono iscritti al valore nominale ed i pagamenti ai fornitori sono stati verificati a campione nel rispetto della scadenza concordata. Tra i debiti occorre segnalare la contrazione di un finanziamento di euro 30.000 da rimborsare a Monte Paschi di Siena, in tre anni al tasso del 2,50%.
- gli ammortamenti sono stati effettuati secondo corrette regole contabili applicando aliquote ritenute congrue al rispettivo grado di utilizzo nell’esercizio.
- i ratei ed i risconti sono stati appostati secondo il corretto principio di competenza.

Il tesseramento complessivo tra circoli e soci, rappresenta, ovviamente, una delle voci principali nell’ambito dei ricavi. Nel 2017, esso è ammontato ad euro 297 mila circa, contro euro 299 mila dell’anno precedente.
La lieve contrazione dovrebbe poter essere recuperata con le iscrizioni cosiddette “ritardatarie”.
In riferimento agli obblighi fiscali e previdenziali, il Collegio ha verificato il puntuale e corretto versamento dell’IVA, dell’invio delle dichiarazioni periodiche fiscali, della presentazione del Mod. EAS, nonché tutti gli adempimenti previsti dalle norme previdenziali, constatando la tempestività dei versamenti.
Tutto ciò premesso, il Collegio ritiene che il lavoro svolto fornisca una ragionevole base per l’espressione del proprio giudizio professionale, pertanto conviene all’unanimità di formulare la seguente proposta:
• Il bilancio di esercizio chiuso al 31 dicembre 2017 della Federazione Italiana delle Associazioni Fotografiche, predisposto ai sensi di legge, dei Principi contabili e dello Statuto e sottoposto al Vostro esame per la sua approvazione, si compendia in estrema sintesi nelle seguenti risultanze in euro:

Attività………………………………………………………………… 462.055,11
Passività……………………………………………………………… 460.281,35
Avanzo di gestione………………………………………………1.773,76

Il risultato di gestione trova le sue corrispondenze nelle componenti del Conto economico che così si riassumono:

Ricavi……………………………………………………………………605.488,31
Costi………………………………………………………………………603.714,55
Avanzo di gestione…………………………………………1.773,76

In considerazione di quanto sopra esposto, il Collegio esprime parere favorevole all'approvazione del bilancio al 31 dicembre 2017, così come redatto dal Consiglio Nazionale unitamente alla Relazione presentata dal Presidente della Federazione.

Torino, 20 Aprile 2018


Il Collegio dei Revisori
Dr. Gianmario Camisasca
Rag. Gabriele Caproni
Geom. Paolo Bobbio



[ BILANCIO DI PREVISIONE 2018]

RICAVI

AFFILIAZIONE CIRCOLI € 51.500,00
TESS. SOCI INDIVIDUALI € 244.000,00
FOTOIT/WEB/PUBBLICITÀ € 35.000,00
PUBBLICAZIONI € 18.000,00
CONGRESSO FIAF € 2500,00
CONCORSI ORGANIZZATI FIAF € 4.000,00
SERVIZI FIAF € 2.500,00
SERVIZI FIAP € 6.000,00
SERVIZI CONCORSI E MOSTRE € 21.000,00
DIPARTIMENTI
GALLERIA-FOTOTECA € 1.000,00
CIFA € 22.000,00
INTERNET
GESTIONE MOSTRE € 6.500,00
PORTFOLIO ITALIA € 6.000,00
NUOVE INIZIATIVE € 3.000,00
RICAVI VARI € 1.000,00
SHOP MERCHANDISING € 1.000,00
DIAF € 10.000,00
PROGETTO NAZIONALE € 80.000,00
MAGAZZINO ANNUALE

TOTALE € 515.000,00


COSTI

SPESE GENERALI/segreteria € 33.000,00
GESTIONE SEDE € 23.000,00
PERSONALE € 90.000,00
FOTOIT € 124.000,00
PUBBLICITÀ € 5.000,00
ANNUARIO € 20.000,00
PUBBLICAZIONI € 14.000,00
CONGRESSO FIAF € 1.000,00
CONCORSI ORGANIZZATI FIAF € 2.500,00
PROMOZIONE € 29.000,00
SERVIZI FIAF € 1.000,00
SERVIZI FIAP € 3.000,00
SERVIZIO CONCORSI E MOSTRE € 4.500,00
DIPARTIMENTI € 1.000,00
GALLERIA-FOTOTECA € 1.000,00
CIFA € 38.000,00
INTERNET € 4.000,00
GESTIONE MOSTRE € 1.000,00
PORTFOLIO € 6.000,00
RIMBORSI SPESE ORGANI SOCIALI € 5.500,00
CONVEGNO ANNUALE € 4.500,00
COMUNICAZIONE € 4.000,00
COSTI E SPESE DIVERSI € 2.000,00
SHOP MERCHANDISING
AMMORTAMENTI € 6.000,00
DIAF € 6.000,00
PROGETTO NAZIONALE € 80.000,00
ACCANTONAMENTO TFR € 6.000,00
MAGAZZINO ANNUALE

TOTALE € 515.000,00
foto
 


MOSTRA " 1948-2018, Viaggio nella fotografia italiana": elenco autori


Sabato 7 aprile, alle ore 17.30 presso il CIFA di Bibbiena (AR), sarà inaugurata la mostra "1948-2018, Viaggio nella fotografia italiana", che resterà visitabile fino al 3 giugno 2018. All'inaugurazione interverrà anche Michele Smargiassi.
Complimenti a tutti quelli che hanno fatto e che stanno facendo la storia della Federazione e della fotografia amatoriale italiana!!!

La mostra, creata per ricordare la vita della Federazione, si offre al visitatore come una riflessione sulle principali attività svolte in questi settant’anni, viste attraverso le immagini e i progetti fotografici prodotti dai Soci.

Di seguito l'elenco definitivo degli autori:

Stefania Adami
Enzo Agnelli
Daniele Amoni
Beppe Andriola
Francesca Ardito
Giuseppe Assirelli
Pier Paolo Badoglio
Giancarlo Baldi
Giuseppe Balla
Virgilio Bardossi
Antonio Barisani ()
Marco Bartolini
Stanislao Basileo
Zeno Bassani
Fabio Beconcini
Moreno Bellini
Giulio Benedicti
Gianni Berengo Gardin
Giuseppe Bernini
Italo Bertoglio
Ulisse Bezzi
Bruno Biagini
Roberto Bianchi
Mario Bocci
Ivano Bolondi
Luciano Bovina
Gianni Bracci
Piergiorgio Branzi
Alessandro Brembilla
Enzo Bruglieri
Gino Bruni
Andrea Budai
Riccardo Busi
Claudio Calosi
Claudio Calvani
Lorenzo Cambi
Alfredo Camisa
Romeo Casadei
Nando Casellati
Mario Cattaneo
Oreste Cavallo
Enzo Cei
Francesco Cito
Ugo Col
Francesco Comello
Mauro Contaldi
Maurizio Costanzo
Carmen Crepaz
Mario Cresci
Tommaso Cuoco
Ermanno D'Andrea
Mario De Biasi
Giulia Del Ghianda
Giancarlo Del Sere
Franca Del Turco
Rinaldo Della Vite
Ivo Demi
Incoronata Di Cillo
Pietro Donzelli
Vinicio Drappo
Luigi Erba
Ernesto Fantozzi
Stanislao Farri
Adriano Favero
Ferruccio Ferroni
Renato Fioravanti
Franco Fontana
Paolo Fontani
Alessandro Fruzzetti
Nello Gabellieri
Mario Gaiardo
Mauro Galligani
Cristina Garzone
Giovanni Gastel
Enrico Genovesi
Lino Ghidoni
Michele Ghigo
Daniele Ghisla
Mario Giacomelli
Filiberto Gorgerino
Michele Guyot Bourg
Raoul Iacometti
Mario Ingrosso
Battista Landi
Mario Lasalandra
Lorenzo Lessi
Davide Lomagno
Omar Lorenzoni
Uliano Lucas
Luciano Maccheroni
Bruno Madeddu
Renato Maffei
Gianni Maitan
Stefano Malfetti
Martino Mancini
Aldo Manias
Giovanni Marrozzini
Piero Masera
Carlo Matis
Giorgio Matticchio
Pepi Merisio
Alice Mezzani
Candido Miglietti
Nino Migliori
Marzio Minorello
Donat0 Monaco
Silvano Monchi
Luciano Monti
Giulio Montini
Antonella Monzoni
Carla Morra
Michele Muscettola
Carlo Muzzani
Claudio Orlandi
Silvestro Paletti
Graziano Panfili
Luigi Passero
GiBi Peluffo
Antonio Persico
Glauco Pierri
Fabio Piffer
Gianluca Pizzichi
Giorgio Prevedi
Rinaldo Prieri
Sergio Ramella Pollone
Fabrizio Razzauti
Cesare Ricci
Gabriele Rigon
Giorgio Rigon
Pierluigi Rizzato
Roberto Rognoni
Fulvio Roiter
Massimo Romoli
Vittorio Ronconi
Giovanni Roni
Mirco Rossi
Roberto Rossi
Enio Rulli
Alberto Salvaterra
Feriano Sama
Chiara Samugheo
Piero Sbrana
Gianni Schianchi
Alfonso Sciascia
Emilio Secondi
Simone Sonetti
Diego Speri
Luigi Spina
Mario Stellatelli
Giorgio Tani
Fabrizio Tempesti
Giuseppe Tomelleri
Giuliana Traverso
Manlio Turcato
Marco Urso
Giulio Veggi
Claudio Venier
Maurizio Zaccarini
Francesco Zizola
Antonio Zuccon
Marco Zurla
Photoclub Eyes
Club Fotografico AVIS Bibbiena

AUTORI NELLE COMPOSIZIONI COLLETTIVE:
Carlo Acerboni
Italo Adami
Francesco Alberghina
Lino Aldi
Andrea Angelini
Angela Maria Antuono
Francesco Aragno
Giuseppe Assirelli
Giancarlo Avanzo
Elena Bacchi
Pier Paolo Badoglio
Bruna Bagli
Giorgio Bagno
Giancarlo Baldi
Roberto Baldini
Alessio Balleri
Angelo Bani
Virgilio Bardossi
Luigi Bartolini
Marco Bartolini
Zeno Bassani
Enzo Bassotto
Fabrizio Battista
Sergio Beccati
Fabio Beconcini
Fabio Becorpi
Giulio Benedicti
Vittoria Bensaia
Lella Beretta
Nazzareno Berton
Carlo Bevilacqua
Ulisse Bezzi
Bruno Biagini
Andrea Bientinesi
Mario Bocci
Simone Boddi
Ivano Bolondi
Giuseppe Bonali
Giuseppe Bonali
Franco Bonanomi
Paolo Bonciani
Sandra Bonetti
Umberto Bonfini
Maurizio Bonora
Adriano Boscato
Giulio Brega
Alessandro Brembilla
Enzo Bruglieri
Renata Busettini
Alessandro Caciagli
Antonio Caggiano
Vanni Calanca
Silvio Canini
Giuseppe Cannoni
Enzo Carboni
Luciano Cardonati
Sergio Carlesso
Fausto Carmignotto
Virgilio Carnisio
Maria Teresa Carniti
Luigi Carrieri
Luciano Casadei
Romeo Casadei
Antonio Cassera
Carlo Cavicchio
Luciano Ceriani
Roberto Cerrai
Giancarlo Cerri
Giuseppe Ciani
Alessio Cipollini
Piero Cocco
Alfono Colombo
Cesare Colombo
Francesco Comello
Antonio Coppola
Antonio Coppola
Alessandro Crea
Anna Cretella
Giorgio D'Arrigo
Paola D'Elisa
Bruno Dalle Carbonare
Lorenzo Davighi
Augusto De Bernardi
Fabio Del Ghianda
Angelo Del Vecchio
Libero Dell’Agnese
Carlo Delli
Onofrio Di Paola
Angelo Di Tommaso
Fabio Domenicali
Carlo Durano
Nicola Esposito
Morena Fammoni
Cesare Fancelli
Paolo Fanti
Pino Fantini
Ernesto Fantozzi
Stanislao Farri
Stefano Fazio
Viglio Ferrari
Eugenio Fieni
Renato Fioravanti
Paolo Fontani
Chicca Forteleoni
Davide Franceschini
Elisabetta Franchi
Giovanni Frescura
Alfredo Fusetti
Walter Gaberthüel
Mario Gaiardo
Michele Garribba
Angelo Gatti
Stephanie Gengotti
Enrico Genovesi
Piero Gerelli
Lino Ghidoni
Michele Ghigo
Michele Giacalone
Dino Gibertoni
Andrea Giuntoli
Gianguido Giustivi
Virgilio Gottardi
Andrea Grande
Antonio Grassi
Gianluca Groppi
Raffaele Guglielmucci
Michele Guyot Bourg
Raoul Iacometti
Mario Ingrosso
Saveri Klai
Battista Landi
Gianfranco Leva
Carlo Lucarelli
Brunero Lucarini
Germano Lucci
Arnaldo Lunardi
Michele Macinai
Azelio Magini
Sergio Magni
Renzo Magri
Roberto Malatesta
Martino Mancini
Antonio Mangiarotti
Aldo Manias
Comerio Manon
Milko Marchetti
Sergio Martelli
Gianni Martini
Piero Masera
Ubaldo Maurri
Renzo Mazzola
Gianni Mazzon
Marzio Meani
Bruno Mechi
Giovan Battista Merlo
Emilio Milani
Pietro Millenotti
Fabrizio Moglia
Silvano Monchi
Luca Monelli
Giulio Montini
Antonella Monzoni
Mauro Mori
Sergio Moro
Cesare Morstabilini
Filomeno Mottola
Francesco Nacci
Vincenzo Olivo
Fernanda Oriani
Federico Ottavis
Roberto Paglianti
Cristina Paglionico
Riccardo Pagnani
Valerio Pagni
Giuseppe Palazzi
Enzo Palma
Graziano Panfili
Giovanni Parini
Enrico Pasquali
Renzo Pavanello
Mauro Paviotti
Ettore Perazzini
Valerio Perini
Lorenza Perotti
Luciana Petti
Luciano Piazza
Giacomo Piccolo
Glauco Pierri
Marco Poggioni
Paolo Prando
Massimiliano Pratelli
Antonio Presta
Milo Ramella
Adolfo Ranise
Fabio Rinaldi
Mario Rinaldi
Dario Riva
Pierluigi Rizzato
Roberto Rognoni
Vittorio Ronconi
Vittorino Rosati
Omero Rossi
Bruno Rosso
Anna Rusconi
Francesco Russo
Giovanni Rutelli
Feriano Sama
Cirino Sambataro
Vannino Santini
Piero Sbrana
Massimo Scaramelli
Emilio Secondi
Diego Speri
Michele Spinapolice
Vanni Stroppiana
Paolo Stuppazzoni
Franco Tabarroni
Roberto Tagliani
Nicola Tamma
Luigi Tanini
Paolo Tavaroli
Fabrizio Tempesti
Roberto Tessaroli
Otto Testini
Nino Tettamanzi
Maurizio Tieghi
Pietro Todo
Massimo Tommi
Marzio Toninelli
Claudio Torresani
Julia Upali
Marco Urso
Marco Vaccari
Pino Valgimigli
Giulio Veggi
Antonio Ventura
Fabiano Venturelli
Gian Piero Vicario
Corrado Vidau
Mario Vidor
Francesco Vignati
Riccardo Villa
Maria Vodarich
Franco Voglino
Ari Yrjana
Andrea Zaccarelli
Roberto Zaffi
Roberto Zamparo
Mirko Zanetti
Massimo Zanotti
Giovanna Zorzi
Emanuele Zuffo

foto
 


Autori selezionati per "34th FIAP Black & White Biennal 2018"


Il dipartimento Esteri di FIAF comunica che la selezione delle immagini che parteciperanno alla prossima Coppa del Mondo FIAP Black & White è conclusa.
L’argomento prescelto è stato : Street Photography.
Le foto sono state stampate in formato 40x30 ed inviate in Sud Africa.
La giuria si riunirà nei primi giorni di luglio ed il risultato sarà comunicato verso metà luglio.

Gli autori delle fotografie che rappresenteranno la FIAF sono :
Virgilio Bardossi
Pierfrancesco Baroni
Adriano Boscato
Fabio Buttieri
Luciano Cardonati
Lorenzo Di Candia
Massimiliano Falsetto
Cristina Garzone
Paolo Mugnai
Mirko Zanetti

Auguri per un ottimo risultato della FIAF !!


foto
 


Autori FIAF under 21 selezionati per la" 39th FIAP Youth Digital Biennal - Giovani Digitale – Bulgaria"


Il Dipartimento Esteri ed il Dipartimento Giovani di FIAF comunicano i nominativi degli autori FIAF under 21 selezionati per la partecipazione alla "39th FIAP Youth Digital Biennal - Giovani Digitale – Bulgaria".
Sono 12 ragazzi per un totale di 20 fotografie a tema libero:

Barontini Chiara
Biondi Roberto
Cecchinato Tomas
Chiti Tommaso
Del Sere Sofia
Gai Anna
Mancini Monica
Pasquinucci Chiara
Presta Gabriele
Risani Lorenzo
Speroni Alessandra
Tagliabracci Sara

Complimenti alla squadra e in bocca al lupo!!!
foto
 


FOTO DELL'ANNO FIAF 2017: selezionati e finalisti


Cristina Bartolozzi, Direttrice del Dipartimento Annuario e Foto dell’Anno, comunica i risultati del Concorso per la Foto dell’Anno 2017:

“Lo scorso 24 febbraio, a Bibbiena, la giuria composta da Roberto Rossi, Fabrizio Tempesti, Antonio Presta, Cristina Bartolozzi e Maurizio Tentarelli (OASIS), dopo l’attento esame delle opere pervenute ha selezionato 25 Autori che vedranno le loro foto esposte in una mostra al prossimo Congresso Nazionale che si svolgerà a Cortona dal 9 al 13 maggio e avranno il diritto ad esser pubblicati sull’Annuario 2018. Inoltre le cinque opere finaliste si contenderanno il Titolo di Foto dell’Anno 2017 e la vincitrice diventerà la copertina dell’annuario di quest’anno.
Di seguito i nomi degli Autori selezionati ed i titoli delle loro opere:

1- Albertini Paolo con The land of the silence
2- Allievi Paolo con Una vita insieme
3- Bernini Giuseppe con Giro 2016 13
4- Carniti Maria Teresa con La bellezza
5- Cavalletti Massimo con Primo giorno di scuola
6- Cimini Michele con Three peaks
7- Cipollini Alessio con Fly away
8- Falsetto Massimiliano con Skaters in the square
9- Favero Adriano con The equilibrist
10- Frescura Giovanni con Ulula
11- Galvagno Valentina con Extreme n. 2
12- Garzone Cristina con Pozzi cantanti
13- Madeddu Bruno con Special dance
14- Magini Azelio con Licenidi
15- Martini Rino con Autunno
16- Minorello Marzio con Timidezza 02
17- Monchi Silvano con Lavori stradali
18- Montini Giulio con L’urlo
19- Montini Giulio con Giochi d’acqua 2
20- Parentella Samuele con Le mantidi
21- Poggioni Marco con The warthog
22- Rizzato Pierluigi con Hunting in the rain
23- Signorini Anna con Il sole
24- Stroppiana Vanni con Playing in the rain 1
25- Volpi Carlo con Surf 2 2017

Le opere che si contendono il Titolo di Foto dell’Anno sono:

“Skaters in the square” di Massimiliano Falsetto
“The equilibrist” di Adriano Favero
“Ulula” di Giovanni Frescura
“Licenidi” di Azelio Magini
“Giochi d’acqua” di Giulio Montini

La foto vincitrice verrà proclamata durante la serata di consegna delle onorificenze,
durante il Congresso di Cortona, e si invitano fino da ora gli Autori a partecipare all’evento.
A tutti gli Autori selezionati vanno i nostri migliori complimenti.
foto
 


Biennali FIAP 2018 - Selezione immagini


Pubblicato e già inviato a tutti i soci iscritti alla newsletter il primo comunicato del 2018 del Dipartimento Esteri con le indicazioni dei temi e delle modalità di partecipazione alle prossime Biennali FIAP 2018.
Lo potete leggere online all'indirizzo http://fiaf-net.it/nl/18/002-fiaf.htm e scaricare in pdf da https://goo.gl/4PfEu3
foto
 


Auguri di Buone Feste dal Presidente Roberto Rossi


A voi che siete una seconda famiglia i miei più sinceri auguri per un Natale ricco di sorrisi ed un Nuovo Anno che regali a tutti nuovi traguardi da vivere e condividere insieme.

Roberto Rossi
foto
 


Regolamento DIAF 2018


Sono stati pubblicati nel sito istituzionale > Regolamenti > Concorsi e nel sito DIAF http://www.fiaf.net/diaf/ i regolamenti e la scheda iscrizione approvati per il 2018. Link indiretti https://goo.gl/oMBfs5 e https://goo.gl/4zzgNV

Errata corrige del 24/12: corretto link a regolamento - era sbagliato il link che puntava alla scheda iscrizione. Mea culpa, Massimo Rainato
foto
 


Auguri dalla Segreteria


Carissimi amici,
la segreteria FIAF chiuderà per le festività natalizie dal 23 dicembre 2017 al 2 gennaio 2018. Dal giorno successivo saremo di nuovo in ufficio a vostra disposizione.
Ricordo il numero di telefono 011 5629479 e la mail segreteria@fiaf.net a cui potete riferirvi per le vostre richieste.
Auguro a tutti voi che le feste natalizie vi regalino un meritato riposo insieme a momenti di serenità, e possano essere un periodo di “ricarica” per nuovi progetti e nuove emozioni da vivere e condividere.
Da parte mia, del personale di segreteria e dei volontari che lavorano tutti i giorni per voi e per la FIAF,
un abbraccio
Laura

foto
 


Targhe Galleria FIAF


Durante il convegno di Lavoro che si è svolto a Bibbiena lo scorso 11 e 12 novembre, i dirigenti Dipartimento Gallerie FIAF Massimo Bardelli e Silvia Tampucci hanno consegnato la prima targa identificativa Galleria FIAF a Fulvio Merlak, Direttore della Galleria FIAF Sala Mostre Fenice Trieste.
La stessa targa sarà man mano consegnata alle Gallerie FIAF di tutta Italia, in occasione del primo evento utile nelle stesse.
foto
 
<<  <     pagina 2 di 73     >  >>