Assemblea dei soci 71° Congresso Nazionale FIAF Relazione del Presidente Roberto Rossi


L’Assemblea Ordinaria dei Soci è convocata a Napoli, presso il MANN.
In prima convocazione il giorno venerdi 12 aprile 2019 alle ore 23.00, ed in seconda convocazione il giorno sabato 13 aprile 2019 alle ore 09.30
Ordine del giorno:
1. Verifica dei poteri
2. Nomina del Presidente dell’Assemblea e degli Scrutatori
3. Lettura ed approvazione del Verbale dell’Assemblea Ordinaria precedente (12/05/2018)
4. Lettura ed approvazione della Relazione del Presidente a nome del Consiglio Nazionale
5. Lettura del Rendiconto Economico relativo all’Esercizio 2018
6. Lettura della Relazione del Collegio dei Revisori dei Conti
7. Approvazione del Rendiconto Economico relativo all’Esercizio 2018
8. Lettura ed approvazione del Bilancio di Previsione per l’anno 2019
9. Analisi delle modifiche da apportare allo Statuto funzionali all’iscrizione nel Registro
del Terzo settore e votazione
10. Varie ed eventuali

Roberto Rossi
Presidente della FIAF


RELAZIONE DEL PRESIDENTE A NOME DEL CONSIGLIO NAZIONALE
scaricabile integralmente in formato pdf a questo link:

https://drive.google.com/folderview?id=1PPgBKSbPZf3WPJIdibvtOJArh4MFf1Cj

Carissimi socie e soci, carissimi amiche e amici,
essere a Napoli per il nostro Congresso significa immergersi in uno scenario di straordinaria complessità e bellezza: 2.500 anni di storia rappresentati e ricostruiti da testimonianze artistiche e architettoniche di enorme valore che si incrociano, si sovrappongono e offrono la possibilità di costruire un percorso personale e un proprio bagaglio di conoscenze e scoperte. Chi è qui già da qualche giorno ha potuto rendersi conto che ogni angolo della città custodisce opere di inestimabile valore artistico e storico. I Musei, compreso quello che ci ospita, espongono collezioni di opere e reperti archeologici fra i più importanti e ricchi al mondo. Questa città d’arte, con una scenografa architettonica unica al mondo, è resa ancora più speciale dal suo mare e da una lunga tradizione enogastronomica. Avete potuto immergervi nel più grande centro antico d’Europa, vero e proprio Museo a cielo aperto, dichiarato dall’UNESCO patrimonio dell’Umanità. Palazzi, chiese, strade, antiche fortezze e castelli in mezzo al mare, grotte naturali e luoghi carichi di mistero e misticismo fanno di Napoli una tappa indimenticabile per ogni viaggiatore. Non sono solo palcoscenici, ma luoghi simbolo di questa città, parte integrante della sua storia, della mitologia e delle leggende che l’attraversano.
Siamo veramente fieri di passare dall’incantevole cittadina di Cortona, gioiello delle colline toscane che ci ha visto celebrare il 70° compleanno della nostra Federazione, all’internazionalità di una capitale della cultura come la città di Napoli. I congressi ci offrono l’occasione di attraversare la nostra bella Italia per conoscerla, amarla come merita, nello spirito della piena condivisione delle differenti realtà, unificate dal nostro senso della comunità e del rispetto, nel segno della Fotografa. E la fotografa entra, con il 71° Congresso FIAF, dentro Il Museo Archeologico Nazionale di Napoli, tra i più antichi e importanti al mondo per ricchezza e unicità del patrimonio. Nel decennio della dominazione francese, all'inizio del 1800, furono realizzati i primi allestimenti, mentre le collezioni del Museo, divenuto Nazionale nel 1860, sono andate arricchendosi con l’acquisizione di reperti provenienti dagli scavi dei siti della Campania e dell’Italia Meridionale e dal collezionismo privato, fino al 1957, anno in cui si è trasferita qui anche la Pinacoteca di Capodimonte. L’essere ospitati in un luogo così prestigioso, noi portatori di una cultura moderna quale quella fotografica, è una condizione di grande responsabilità e privilegio. Per questo vogliamo lasciare il segno del nostro passaggio rendendo omaggio alla storia che ci circonda con il nostro sguardo attento, con la serietà delle nostre intenzioni e con la passione che ci anima per tutto quanto sia racconto dell’uomo e della natura.
Perché la fotografa è proprio questo: immergersi nella realtà, studiarla, interpretarla, restituirla allo sguardo del futuro. Allo stesso modo questo è anche lo scopo dell’incontro Congressuale: conoscerci, rinsaldarci, confrontarci, istruirci e stare insieme con quella leggerezza che si oppone al rifiuto e alla categoria, ma è capace di viaggiare sulle ali del sogno di un mondo migliore.
Non vorrei mai che un socio si sentisse obbligato a partecipare all’Assemblea, vorrei piuttosto che questo momento fosse sentito come un incontro essenziale per vivere al meglio la comunità FIAF, per dare il proprio essenziale contributo, che sia di idee, che sia di disponibilità ad operare, che sia indicazione di nuove strategie o segnalazione di errori ed omissioni.
I nostri Congressi, come noi stessi, sono itineranti: mai ci opponiamo a cambiare di fronte alla nascita di differenti esigenze e richieste, mai vorremmo resistere ingiustificatamente su rigide convenzioni e certo non vogliamo dimenticare di valorizzare il nuovo, il bello, l’insolito, l’originale. Ricordiamo sempre quello che siamo e che cosa ci ha portato ad essere una struttura unica nel suo genere: una Federazione sana, vitale, giovane negli obiettivi che si propone e di lunga vita.
Fin qui ci ha portato il lavoro di tanti che continuamente ci supportano: I Consiglieri Nazionali, i Direttori di Dipartimento, i Delegati Regionali e quelli Provinciali, i Coordinatori Artistici Regionali, i Docenti FIAF le figure operative del Dipartimento Fotoit, Social e Cultura, i Presidenti di Circolo, il Comitato Scientifico del CIFA con i preziosi consigli e le idee che ci permettono di pensare a manifestazioni di grandissimo livello, i tanti volontari che ci aiutano a montare le mostre presso il Centro Italiano della Fotografa di Bibbiena ed infine le nostre quattro dipendenti che con professionalità e cuore ci seguono in tutte le attività Federative. Nominarli tutti è impossibile, ma sappiate che rendere agile e funzionale una struttura così complessa non è affatto facile e solo la reciproca comprensione, unita all’abnegazione e alla consapevolezza di fare del proprio meglio, ci permette di avere ingranaggi ben oliati e pronti a rispondere alle emergenze organizzative come alla routine del quotidiano.
Abbiamo ripercorso i settant’anni della nostra storia con una mostra eccezionale presso il Cifa di Bibbiena, in contemporanea con il Congresso di Cortona: VIAGGIO NELLA FOTOGRAFIA ITALIANA.
Con questa abbiamo offerto ai visitatori una riflessione sulle principali attività svolte in questi settant’anni, viste attraverso le immagini e i progetti fotografici prodotti dai Soci: dall’editoria libraria alle riviste Il Fotoamatore, poi Fotoit, a Riflessioni, alla serie degli Annuari. Sono stati rappresentati anche il portfolio fotografico, il mondo dei concorsi FIAF e una selezione di settant’anni di fotografe dei soci, suddivisa per generi. Abbiamo ripercorso la storia dei Grandi Progetti Nazionali della FIAF dal 1995 fino ad oggi e particolare attenzione è stata data sia alla produzione degli Audiovisivi, sia alle ultime frontiere del web.
Per la prima volta abbiamo potuto strutturare un’immagine delle nostre attività, realizzando davvero quante esse siano e quanto valore abbiano le innumerevoli iniziative che insieme abbiamo creato. Nel giugno del 2018 è finalmente arrivato a termine anche il progetto nazionale LA FAMIGLIA IN ITALIA: gli iscritti a partecipare sono stati quasi 1.200, 742 dei quali hanno mandato le loro opere per la selezione.
Dalle 12.780 immagini arrivate sono stati selezionati 313 Autori, per un totale di circa 1.300 fotografie, in rappresentanza di diciassette Regioni italiane. Nelle stesse date della mostra di Bibbiena sono state oltre 100 le mostre locali in tutta Italia: è importante che ogni progetto nazionale abbia una eco anche locale che sottolinei la coralità delle nostre ricerche e rimarchi l’importante diffusione della Federazione in tutte le regioni Italiane. I libri che produciamo in queste occasioni sono pagine di contemporaneità che i posteri apprezzeranno forse più di quanto facciamo noi oggi. Aiutateci a diffondere questo spirito di unità nella differenza, perché solo così il nostro lavoro di fotografi e l’essenza della nostra Federazione potranno adempiere pienamente al ruolo culturale e sociale che ci appartiene.
Quando una Famiglia guarda dentro sé per affrontare il futuro, non può che riflettere sul passato e riconoscere quanti hanno costruito le sue fondamenta, anche se oggi non sono più qui con noi a vedere i frutti del lavoro comune e ad aiutarci ad affrontare i necessari cambiamenti.
Salutiamo per l’ultima volta, con l'affetto che sempre ci lega e con tanta nostalgia: Giuseppe Andriola, Augusto Cantamessa, Dino Marziali.
Ancora una volta li richiamiamo a noi dedicando loro un minuto di silenzio.
Il migliore ricordo è tuttavia quello di conservare la forza delle relazioni che sempre ci ha unito e di cercare insieme le nuove vie da percorrere: la velocità dei cambiamenti sociali e tecnologici a volte ci spiazza e ci ammutolisce. Eppure siamo qui, tutti, con la curiosità che ci contraddistingue, decisi a mantenere il nostro ruolo Federativo di riferimento per la Fotografa Italiana, ma allo stesso tempo fieri di aver saputo fino ad oggi inventare sempre nuovi percorsi e possibilità sia per chi fotografa, sia per chi legge e studia di fotografa, sia per chi ama dedicarsi all’organizzazione di eventi. La fotografa è di chi la ama con passione, la diffonde, la conserva, la lancia verso nuove sfide, una volta impensabili.
Per rendersi conto di quanta strada abbiamo percorso basta guardare i nostri Annuari, pubblicati da cinquantadue anni. L’ANNUARIO è la nostra storia ed è il diario delle attività via via compiute: una pubblicazione preziosa che deve rendere fiero ogni socio per avervi contribuito. Solo la nostra organizzazione e la nostra diffusione nel territorio, solo il nostro sentirci comunità rende possibile il compimento di tante e differenti iniziative, eppure il numero di soci iscritti stenta crescere. Questo fatto merita una specifica attenzione e un ragionamento complesso che ha forse a che vedere con la generazione di altri modi di vivere la comunità, sui social, ad esempio. Da tempo in Consiglio stiamo cercando di leggere questo dato con serenità ed oggettività e la discussione, sempre vivace, ci porterà certo ad una interpretazione collegiale che potrà presto essere portata all’attenzione di tutti. Del resto la promettente iniziativa del Ministero dei beni e delle attività culturali e del turismo, denominato Stati generali della fotografa, pare al momento essersi arenata. Noi continueremo a lavorare e a svolgere l’importante ruolo che in occasione di quegli incontri ci era stato riconosciuto, ovvero continueremo a valorizzare e diffondere la fotografa in Italia come patrimonio storico e linguaggio contemporaneo, a supporto di tutti quanti la seguono con passione.
Abbiamo assegnato ai nostri Presidenti di Circolo il ruolo di TALENT SCOUT, impegnandoli a riconoscere e segnalare alla Federazione i loro soci più meritevoli che non siano ancora conosciuti dal grande pubblico: si tratta di un importante compito culturale, oltre che organizzativo/gestionale, che viene rinnovato per il quinto anno consecutivo. Crediamo che i Presidenti debbano essere i portavoce della Federazione, confermando la grande fiducia che riponiamo nel loro ruolo. Nel 2018, oltre ai dieci finalisti (5 della categoria senior e cinque giovani) sono stati segnalati altri quattro autori per ogni categoria. I lavori dei
fnalisti senior e junior sono pubblicati su Fotoit, mentre i segnalati hanno guadagnato la pubblicazione sul Blog del Dipartimento Cultura e recensioni sulla rubrica di Fotoit Singolarmente Fotografa. Ad entrambe le categorie, poi, spetta una piccola mostra dedicata presso i locali espositivi del Congresso. I giovani finalisti, inoltre, partecipano alla sezione OFF della Biennale dei Giovani Fotografi perché sui giovani vogliamo che l’attenzione resti sempre alta. Essi debbono essere supportati, incoraggiati e avviati verso i tanti percorsi possibili: dalla valorizzazione mediante la partecipazione alle squadre formate dal Dipartimento esteri, alla Biennale, alla pubblicazione sul sito FIAF Young.
Il Centro Italiano della Fotografa d’Autore è tradizionalmente aperto alla partecipazione dei giovani: le nostre esposizioni sono legate sia alla storia sia alla contemporaneità e si arricchiscono sempre di incontri che rendono le inaugurazioni e le manifestazioni imperdibili occasioni per arricchire conoscenze tecniche e culturali e per incontrare professionisti che hanno fatto la storia della Fotografa. Il tradizionale incontro con il Grande Autore (il cui libro viene offerto in omaggio ai soci iscritti entro il 31 gennaio di ogni anno) si è fatta a Cortona con un incredibile successo di pubblico e con la massima soddisfazione di Maurizio Galimberti. A lui, considerato il massimo esponente italiano della corrente artistica che utilizza la fotografa istantanea per esprimere la propria creatività, è stata dedicata una mostra davvero speciale, una raccolta di fotografe originali e tra le più rappresentative della sua produzione – tutte realizzate con il sistema Polaroid - provenienti dal suo stesso archivio e da Collezioni private: mosaici, manipolazioni, sovrapposizioni hanno raccontato un mondo che ha stupito, emozionato, affascinato ognuno dei visitatori.
Il Centro Italiano della Fotografa d’Autore di Bibbiena ha mantenuto l’appuntamento coi giovani per la SESTA BIENNALE DEI GIOVANI FOTOGRAFI con il tema Diritti e Conflitti , inserita nel contenitore FOTOCONFRONTI. Nel fine settimana dell’inaugurazione (21-23 settembre) i visitatori hanno potuto
ammirare l’esposizione delle opere, suddivise tra quelle di autori singoli e quelle di autori proposti dalle scuole di fotografa. Oltre a ciò si è tenuto un workshop, un talk sulla promozione del portfolio ed uno sui Fiafers, una lectio magistralis, una conferenza sulla fotografa concettuale, un seminario sulla street photography e varie presentazioni di libri. Uno spazio di grande importanza è stato quello dedicato alle letture di portfolio: gli autori hanno avuto la possibilità di proporre i propri lavori ad un nucleo selezionato di esperti e di dialogare direttamente con loro. Anche Fotoconfronti OFF è divenuta un’importante occasione per i fotografi che vogliano esporre i propri lavori in concomitanza con la manifestazione ufficiale. Per chiudere l’anno delle attività CIFA, da novembre 2018 a febbraio 2019 si è svolta la quindicesima edizione della fase finale di PORTFOLIO ITALIA, con i suoi diciotto finalisti. La vittoria quest’anno è andata a Lorenzo Zoppolato con La luce necessaria. Secondi classificati pari merito sono stati Gemma Rossi con PMA – Procreazione Medicalmente Assistita e Fabio Itri con Scomparsi.
Vogliamo inoltre ricordare l’inaugurazione di nuove opere del Progetto BIBBIENA CITTÀ DELLA FOTOGRAFIA, la galleria a cielo aperto che ospita nelle vie della città le fotografe di importanti autori italiani. Si sono aggiunte, nel corso del 2018, le opere di Pepi Merisio, Stanislao Farri e di Lorenzo Cicconi
Massi, che vanno quindi ad arricchire l’ormai folto patrimonio di opere di autori quali Vasco Ascolini, Marina Alessi, Gabriele Basilico, Piergiorgio Branzi, Franco Fontana, Maurizio Galimberti, Mauro Galligani, Gianni Berengo Gardin, Giovanni Gastel, Nino Migliori e Francesco Zizola. Tutte le immagini sono state donate alla Federazione dai Grandi Autori della Fotografa Italiana e l’esposizione con stampe di grande formato si è realizzata con la collaborazione tra FIAF, Amministrazione comunale e Aziende locali.
Tutti noi, però, dovremmo imparare a sostenere la nostra sede culturale partecipando alle attività ma anche donando opere, libri e denaro. Non mi stancherò mai di ricordare che la nostra Federazione possiede la più grande raccolta di immagini del mondo fotoamatoriale italiano e una vasta biblioteca: è il nostro contributo alla memoria di tanti autori e di tante vicende che rappresentano la storia di un popolo, il divenire di un linguaggio e il trasformarsi della visione artistica. Eppure a tutt’oggi per la Federazione non è stato possibile ottenere il riconoscimento della personalità giuridica e, anche se dall’agosto 2017 è entrato in vigore il Codice del Terzo Settore, che riordina tutta la materia delle associazioni no profit, ancora non sono stati pubblicati i decreti ministeriali che servono ad attuare quanto previsto dal D. Leg. 117 del 3/07/2017. Continuiamo a prepararci per comprendere come si possa modificare il nostro assetto amministrativo e per essere propositivi nei confronti delle problematiche dei singoli circoli.
Sotto il proflo dei contatti con i privati e le aziende cerchiamo di mantenere e sviluppare i rapporti di scambio culturale/economico con Apromastore, Fowa, Fuji, PhotoSI e Leica, che apprezzano le nostre capacità organizzative e culturali e ci considerano affidabili, capaci di muovere idee e orientamenti nel mercato fotografico. Nel 2018 abbiamo continuato le importanti collaborazioni con il Festival Cortona On The Move e con Wiki Loves Monuments e aperto nuove collaborazioni con il Premio Voglino e con UNHCR, Alto Commissariato delle Nazioni Unite per i Rifugiati.
Per il secondo anno il Premio per Circoli FIAF 2018 ha riscosso una discreta partecipazione. Il concorso è finalizzato a una partecipazione a squadre (fino a due per circolo) con foto a tema libero. Attraverso questo premio possiamo dare maggiore rilevanza sia ad opere già affermate in altri circuiti, anche internazionali, sia ad opere inedite. I circoli hanno l’occasione per confrontare la qualità delle immagini dei loro autori, in una competizione finalizzata alla valorizzazione della fotografa singola.
Per la prima volta nel 2018 la FOTO DELL’ANNO è stata nominata attraverso il super concorso che ha visto come partecipanti quegli autori che, avendo ottenuto risultati degni di nota, sono entrati in statistica FIAF nell’anno precedente. I vincitori sono stati premiati con una fotocamera Fujiflm ed un abbonamento alla rivista Oasis. La foto vincitrice Giochi d’acqua di Giulio Montini è in copertina nel nostro Annuario.
L’agenzia Seigradi/6Glab, che cura per noi la comunicazione all’intero mondo della fotografa nazionale si conferma una scelta ottimale: ci segue con passione e professionalità, non di rado partecipando alle nostre manifestazioni per meglio comprendere la natura delle nostre esigenze. Non dimentichiamo però che anche il Dipartimento Social, che gestisce i profli FaceBook, Instagram, Twitter, Google+ e YouTube, offrire un servizio prezioso per la comunicazione esterna.
Il Dipartimento Comunicazione si conferma capace di mantenere l’ottimo livello raggiunto, personalizzando le comunicazioni destinate ai Delegati Regionali e a quelli Provinciali, producendo nuovi stimoli e inaugurando un nuovo mondo di relazionarci e ottenere aggiornamenti e informazioni.
Quest’anno è stato predisposto il Welcome Kit, un pacchetto di sette mail, scaglionate nell’arco di 3-4 mesi, pensate per i nuovi soci e finalizzate a descrivere i vari settori della Federazione, le opportunità offerte e le attività in corso. Il tutto in stretta collaborazione con il Dipartimento Web. Quest’ultimo ha fatto anche un lavoro davvero importante per la gestione delle immagini in arrivo per le fasi finali del Progetto LA FAMIGLIA IN ITALIA.
Per completare l’Area Comunicazione, segnaliamo che il Dipartimento Social consolida il suo seguito d’eccezione: la sola pagina FB è arrivata, a fine 2018, ad oltre sette milioni di visualizzazioni, con un numero di followers che ha superato al momento i 40.000.
La nuova comunità Instagram dei FIafers, con il suo hashtag #fafers ha visto postate oltre 40.000 immagini in poco più di otto mesi, tanto che, come già detto, in settembre è stato organizzato, in occasione di Fotoconfronti, il primo Meeting Nazionale della comunità Fiafers. Il Dipartimento prosegue con la sua partnership consolidata con “Wiki Loves Monuments”, cui si sono aggiunte la collaborazione con l’Italian Street Photo Festival e Premio Voglino, all’interno del Festival della Fotografa Etica. Anno per anno il dipartimento ha saputo ampliare la propria struttura, riconoscendo figure operative che hanno intrapreso i diversi percorsi di formazione: Responsabile di community, Ricercatore Iconografico, Redattore Web.
L’ultimo progetto implementato dal Dipartimento Social, in sintonia con la riflessione sul futuro cui si accennava in precedenza, guarda alla contemporaneità e alle nuove modalità di aggregazione intorno al fare fotografa, che sempre più si basano sulle affinità fra i membri piuttosto che sull’elemento territoriale: da quest’anno è stata estesa ai Collettivi fotografici la possibilità di iscrizione alla FIAF e di portare la propria didattica nei nostri Circoli. Ad iniziare da Mignon, il primo e più antico collettivo italiano, sono già otto i Collettivi che hanno aderito alla “chiamata” della Federazione, la cui offerta didattica è consultabile sul nuovo blog del Dipartimento Social.
Sapete bene che una ulteriore risorsa per la comunicazione interna è affidata a numerosi siti, oramai in funzione da anni e facilmente raggiungibili dal sito aggregatore http://www.faf.net/
L’Area Associati, che comprende i dipartimenti Concorsi, Statistica, Interni, Segreteria e Tesseramento svolge il lavoro necessario alla buona gestione dei servizi rivolti ai Circoli e ai soci. Il Dipartimento Concorsi, con il suo Direttore e la Commissione di controllo, sta facendo uno sforzo davvero importante ed è da segnalare la completa realizzazione del nuovo sito per la registrazione e la presentazione dei dati statistici relativi ai concorsi, in continuità coi dati esposti in passato. l rispetto dei regolamenti e il fatto che questi siano funzionali all’attività, con riguardo al merito dei partecipanti, è garanzia di serietà per un settore che non ha mai mancato di dare grandi soddisfazioni alla Federazione. La complessità del lavoro di aggiornamento dei regolamenti e di controllo delle opere per la verifica del rispetto delle regole ha reso necessario individuare nuove risorse umane. Ringraziamo i nuovi collaboratori che ci permettono di presentare i Concorsi patrocinati come sinonimo di qualità, autorevolezza e buona gestione.
L’Area Servizi ai soci, con i dipartimenti Convenzioni, Esteri, Grandi Mostre FIAF e Manifestazioni permette alla nostra Federazione di essere presente con proposte che investono la vita associativa e il suo rapporto con il mondo esterno. Le notizie dal Dipartimento esteri sono sempre molto confortanti: quest’anno abbiamo vinto la Coppa del Mondo Natura, sezione Stampe, concorso che si è svolto in Oman. Il tema individuato per la scelta delle immagini era Birds against birds e gli autori vincitori sono stati Flavio Bianchedi, Maurizio Bonora, Milko Marchetti, Marco Merello, Luciano Piazza, Michele Poggi, Mauro Rossi, Stefano Rossi, Pierluigi Rizzato, Roberto Zaf. Numerose altre sono state le affermazioni, tra le quali la prestigiosa APB Gold Medal assegnata a Lorenzo Risani nella 39^ Coppa del Mondo Giovani.
A tutti gli autori va il nostro apprezzamento e un ringraziamento per avere tenuto alta la bandiera della Federazione. Del resto la FIAF ha vinto ben quattordici volte nelle ultime venti edizioni della Coppa del Mondo FIAP Natura e si è classificata seconda per quattro volte.
Per il servizio Grandi Mostre anche quest’anno si conferma il grande successo delle mostre prodotte dalla Federazione, continua la richiesta delle mostre La Dolce vita e Il Neorealismo, alle quali si aggiungono quelle dei Grandi Autori. Ci spiace che altre mostre di notevole spessore siano meno richieste. La lezione è che dobbiamo saper meglio valorizzare il nostro patrimonio di risorse. In occasione del Convegno di Lavoro il Direttore del Dipartimento ha realizzato un pieghevole esplicativo di tutte le mostre disponibili: uno strumento utilissimo per illustrare tutto il materiale disponibile per organizzare eventi di notevole spessore.
La manifestazione “Portfolio Italia – Gran Premio Panasonic” ha compiuto quindici anni. Siamo fieri che resti ancora l’unico Circuito esistente al mondo di manifestazioni fotografiche caratterizzate da incontri di lettura portfolio. Si tratta di un’iniziativa di indubbio successo, ideata e voluta dalla FIAF, con avvio nel 2004. Possono sembrare freddi i numeri, ma come meglio rappresentare l’enorme lavoro svolto dalla Federazione, dai suoi associati e da amici professionisti che non ci hanno mai fatto mancare il loro sostegno? Sono 132 le tappe che hanno segnato la successione delle quindici edizioni di Portfolio Italia, 18 le località (ripartite in tredici Regioni) sedi degli Incontri e fra queste solamente tre risultano presenti fin dalla prima edizione: Savignano sul Rubicone, Bibbiena e Castelnuovo di Garfagnana. Oltre 9.500 sono gli Autori che si sono presentati alle letture, con una media di settantadue per tappa. Quasi 12.000 sono i portfolio proposti a un vero e proprio esercito di Esperti: 400 lettori differenti per oltre 25.000 letture sui tavoli delle piazze. Merita ricordare che le giurie per il premio finale, il più ambito, sono state pensate composte da professionisti davvero d’eccezione: Uliano Lucas, Franco Vaccari, Cesare Colombo, Giuliana Scimè, Piergiorgio Branzi, Mario Cresci, Nino Migliori, Giovanni Chiaramonte, Francesco Cito, Gabriele Basilico, Francesco Zizola, Giovanni Gastel, Cesare Colombo, Sandro Iovine, Francesco Radino, Paola Agosti, Lorenzo Cicconi Massi, per citare solo i grandi fotograf che si sono prestati per valutare le opere. Le manifestazioni partecipanti nel 2018 sono state: 18° Spazio Portfolio al 70° Congresso FIAF di Cortona, 15° FotoArte in Portfolio a Taranto, 12° Portfolio al mare - Festival Una Penisola di Luce a Sestri Levante (GE); 17° Portfolio dell’Ariosto - Garfagnana Fotografa a Castelnuovo Garfagnana (LU); 11° Portfolio Jonico - Festival Corigliano Calabro (CS); 27° Premio SI Fest Savignano Immagini a Savignano sul Rubicone (FC); 19° FotoConfronti a Bibbiena (AR); 3° Portfolio sul Po – 34° Ottobre Fotografa di Torino. L’Area Editoria comprende i dipartimenti Annuario e Foto dell’anno, Collana Grandi Autori, Collana Monografie, Fotoit. I soci del 2018 hanno avuto il privilegio di avere in dono il libro della collana FIAF Grandi Autori della Fotografa Contemporanea (n.16) dedicato a Maurizio Galimberti, eclettico artista che ha fatto della Pellicola Polaroid il suo marchio soprattutto stilistico e che ci ha permesso di realizzare a Cortona, come già detto, una mostra delle sue opere che, a suo stesso dire, è stata la più bella che gli sia mai stata dedicata.
Per il 2019, come avete già visto, la Collana cresce con il volume dedicato a Lisetta Carmi. L’autrice ha oggi
novantaquattro anni e ha abbandonato la fotografa nel 1984, eppure i suoi lavori sono più attuali che mai. Dopo lunghi anni di oblio, le sue fotografe sono tornate oggetto di grande attenzione e sono esposte in numerose mostre nazionali. Il libro a lei dedicato, con la curatela di Giovanna Calvenzi e Claudio Pastrone, entra nell’intensa vicenda professionale e umana della fotografa genovese. Dai bambini nei campi profughi palestinesi ai camalli del porto di Genova, il suo sguardo curioso e lucido rimane punto imprescindibile per la conoscenza profonda di luoghi e persone. Dopo aver abbandonato una avviata carriera da pianista, Lisetta Carmi si affaccia all’arte fotografica agli inizi degli anni ’60 realizzando i primi reportage nella sua città natale: Genova Porto del 1964, Sardegna 1964, Travestiti - Genova 1965/1971, per poi spostare la sua attenzione in altre zone del mondo. Ma tanto altro abbiamo scoperto di lei con il libro e la mostra che le abbiamo al CIFA inaugurata il 30 di marzo.
L’autore dell’anno 2018 è stata Stefania Adami iscritta alla Federazione da quasi venticinque anni e che molti hanno imparato a conoscere nelle serate che i nostri circoli le hanno dedicato e alle quali lei sempre ha dedicato tempo e passione. Per il 2019 è stato scelto Francesco Comello, nome ormai notissimo nel panorama fotografico italiano. Sono tanti i riconoscimenti nazionali ed internazionali conseguiti dall’autore friulano, tra cui anche un prestigioso 3° posto nella sezione Vita Quotidiana e Storie del World Press Photo 2017. Da sempre vicino al mondo FIAF, è stato, tra l’altro, finalista di Portfolio Italia in ben quattro edizioni: 2009, 2011, 2014 e 2016, dove ha raggiunto la 2^ posizione ex-aequo. Francesco Comello è nato a Udine nel 1963. Si è diplomato alla Scuola d’Arte e ha cominciato a lavorare nel campo della grafica pubblicitaria e dell’illustrazione. Fin dal tempo della scuola si è appassionato di fotografia, ma solo dal 2008 ha intensificato il suo interesse con l’intento di produrre dei racconti fotografici e, per far questo, ha compiuto viaggi che lo hanno messo in contatto con realtà lontane e culturalmente molto diverse dalla sua. Come scrive Lorenza Biasetto: “La cifra stilistica di tanti lavori di Francesco Comello pare essere la sospensione del tempo, in parte legata alla scelta dei temi trattati, in parte dovuta ad una sensibilità meditativa e ad uno sguardo discreto. Ne derivano atmosfere rarefatte e intrise di poesia, anche laddove protagoniste sono scene di quotidianità durissima”.
Per la Collana Monografie sono stati pubblicati quattro volumi. Il primo è stato dedicato al lavoro collettivo dell’Imago Club di Prato in occasione del suo 40° anniversario, segue il volume dedicato a Stefania Adami, quale Autore dell’Anno 2018 ed infine le due monografie che avete trovato nella busta all’iscrizione di questo Congresso: quella dedicata al 3C Cascina - Silvio Barsotti per il suo cinquantesimo anno di vita e quella dedicata all’Associazione Medici Fotografi Italiani per il suo venticinquesimo anno di vita.
Il CIFA, per una maggior comprensione delle mostre e in occasione di eventi speciali, ha continuato la pubblicazione di Riflessioni, i quaderni tematici nei quali è possibile trovare recensioni, approfondimenti sui lavori presentati ed interviste agli Autori che espongono al Centro. Questa pubblicazione viene spedita gratuitamente a ogni Circolo regolarmente iscritto alla Federazione. La collana QUADERNI FIAF viene inviata in omaggio ai soci che si sono iscritti o che hanno rinnovato la quota associativa entro il dicembre di ogni anno. Come sapete la collana è il frutto di una ricerca mirata a scoprire piccoli capolavori nascosti, opere brevi e mai pubblicate di Grandi Autori della Fotografa. Abbiamo iniziato questo percorso con Cesare Colombo e il suo Sabina 0-18 nel 2017. Nel 2018 i soci hanno ricevuto il quaderno di Nino Migliori Aquaeductus. Per il 2019 Giovanna Calvenzi ci ha regalato la sorpresa di un Gabriele Basilico intimo e originalissimo, con la sua mai pubblicata Storia di una casa, un lavoro risalente al 1973. Nella casa di un vecchio quartiere milanese si incrociano le storie di un giovane che vorrebbe fare il fotografo, della gattara Giuseppina, della signora Ambrogina e della di lei nipote, in un sodalizio di affetti (e non solo) che durerà tutta la vita.
FOTOIT è l’organo della Federazione Italiana delle Associazioni Fotografche. La rivista è inviata solo in abbonamento (10 numeri ognuno di 64 pagine) a tutti gli associati e a un selezionato numero di operatori fotografici. Viene stampata in circa 6.000 copie. Lo scopo della rivista è fare cultura fotografica (con articoli di saggistica, presentazione autori, recensioni di mostre e di libri, interviste). Si vogliono sviluppare le capacità di lettura delle opere (con le rubriche Singolarmente Fotografa e con gli articoli di commento ai portfolio), ma anche Informare sulle manifestazioni fotografiche (rubrica Periscopio).
Sono illustrate le iniziative della Federazione, presentate le attività dei circoli associati, diffusi i progetti nazionali proposti, pubblicizzata la fotografa dei soci e presentati i soci che operano per la comunità (rubrica Diamoci del Noi). Collaborano alla redazione della rivista oltre cinquanta persone, tutte a titolo gratuito, tutte con eccezionali caratteristiche di competenza e affidabilità, tali da rendere la rivista tra le migliori del settore. Dallo scorso anno Fotoit ha iniziato a istituzionalizzare riconoscimenti speciali ai suoi collaboratori: le figure sono scelte in base alla durata, alla continuità e alla qualità della collaborazione con la rivista. Questa iniziativa ha lo scopo di porre l’accento sulla competenza acquisita per caratteristiche personali e per effetto di conoscenze acquisite a seguito dell’esperienza culturale e organizzativa guadagnata durante la collaborazione con la rivista e con la FIAF. Le figure già istituzionalizzate sono il Direttore Responsabile di Fotoit, nominato dal Presidente con approvazione del Consiglio nazionale e il Caporedazione, nominato dal Direttore Responsabile con approvazione del Consiglio Nazionale.
Dal 2018 il Consiglio Nazionale ha approvato il riconoscimento di ulteriori figure: esse otterranno il riconoscimento di anno in anno, su indicazione del Direttore di Dipartimento. Si tratta di Collaboratore Fotoit, Redattore Fotoit, Caposervizio.
Non dimentichiamo la pregevole Collana Multimediale, strumento irrinunciabile per la cultura personale, ma anche per le serate al circolo: dopo Ivano Bolondi e Marco Urso, il DVD uscito quest'anno è dedicato all'opera di Mauro Galligani, uno dei maggiori reporter italiani cui è già stata dedicata una monografia Grandi Autori.
Ogni prodotto dell'editoria FIAF sopra presentato, può essere acquistato presso http://shop.faf.net/ l'acquisto dei libri è una forma di arricchimento e di memoria, ma è anche uno dei modi per sostenere l'importante attività della Federazione, che fa della sua attività editoriale un fiore all'occhiello.
L’Area Cultura e Didattica comprende i dipartimenti Audiovisivi DIAF, CIFA, Cultura, Didattica, Gallerie, Galleria FIAF di Torino, Giovani.
Il Dipartimento Giovani ha il gravoso e piacevole compito di iniziare le nuove leve della fotografa alla vita Federativa. Nel 2018 ci sono stati 282 giovani iscritti alla FIAF. Essi cercano gli strumenti coi quali possano essere liberi di esprimersi nel concetto e nell’emotività, con qualsiasi mezzo che catturi un’immagine, uno smartphone o una compatta, ma anche con fotocamere complesse che presuppongono capacità e studio. Quest’anno è stato molto difficile formare una squadra che rappresentasse la FIAF under 21 all’estero nei contest FIAP. Forse i Presidenti di circolo potrebbero maggiormente stimolare i giovani a partecipare alle letture di immagini sia singole, sia a portfolio, così come è stato fatto al Carpi Foto Fest 2018. Si tratta di una manifestazione interessante che sta riscuotendo un grande successo proprio tra i giovani fotografi.
Siamo particolarmente soddisfatti dell’avvio del progetto Gallerie, che vuole creare una maggiore consapevolezza espositiva nelle sedi del circuito. È importante che le Gallerie dimostrino di avere requisiti minimi di idoneità, oltre a capacità curatoriali: le mostre proposte debbono essere un vero momento culturale che aiuti comprendere quanto si guarda.
Le Gallerie sono strutture in grado di contenere almeno 30/40 fotografe, con adeguata illuminazione, con uno spazio mirato alla esposizione/vendita dell’editoria FIAF e, possibilmente, con adeguato spazio per incontri formativi. Il curatore può utilizzare un approccio scientifico o creativo, scegliendo la successione espositiva più adatta, utilizzando idonei supporti a seconda della natura delle opere, in modo da far risaltare al meglio la produzione esposta. L’obbiettivo ambizioso della Federazione è di arrivare ad avere una “Galleria FIAF” in ogni regione. Sul sito istituzionale è disponibile il regolamento in base al quale vengono valutate le nuove proposte di Galleria e viene orientata la loro gestione. Ad oggi le Gallerie operanti sono: Pincini Carlotti Garda (VR), Culturale Opera San Felice sul Panaro (MO), Sala Espositiva Museo Nazionale della Fotografa di Brescia, Civica Fototeca Nazionale Sesto San Giovanni (MI), Sala Mostre Fenice Trieste, Le Gru Valverde (CT) Centro della Fotografa Taranto, Museo Civico di Palazzo della Penna (PG), Augusta Photo Frelance Augusta (SR), ARVIS Palermo, Galleria Spazio Imago di Arezzo, Flegrea Photo di Napoli e Immaginario Gallery di Sacile (PD). Da segnalare il recendo accordo di partnership con il prestigioso marchio Leica legato proprio all’attività delle Gallerie FIAF, segno del valore che questa iniziativa ha ottenuto anche fuori dall’ambito Federativo.
La Galleria FIAF di Torino è un dipartimento autonomo, il calendario espositivo prevede 6 mostre ufficiali all’anno, cui si aggiungono esposizioni a cura di privati od enti che ne facciano richiesta. Tra le mostre istituzionali ci sono la mostra dell’Autore dell’Anno FIAF e quella relativa ai Grandi Autori della Fotografa Italiana. Pur non tralasciando la fotografa contemporanea, la galleria cura con particolare attenzione la riscoperta della produzione non professionale degli anni dal 1950 al 1970, anche attingendo al ricco patrimonio della Fototeca Nazionale FIAF, che raccoglie circa 30.000 positivi. Una delle caratteristiche della Galleria è la serata d’inaugurazione delle mostre che, con l’intervento di relatori e critici fotografici, diventa occasione di dibattito e di sviluppo culturale.
Le attività fotografiche legate al 70° anniversario della fondazione della FIAF sono state il motivo ispiratore di molte iniziative del Dipartimento Cultura, in particolare la realizzazione di numerosi lavori sul tema del progetto nazionale La Famiglia in Italia, mediante le attività dei Laboratori. Essi sono attività inter-circolo a termine, con un ciclo di circa 8 mesi, e nascono con la finalità di offrire un’ambiente culturalmente aperto in cui i fotografi, di diversi Circoli fotografici o Sonic, condividono il proprio percorso creativo per la realizzazione dei progetti. Nel 2018 si è avviato il terzo ciclo di vita dei Laboratori col tema “L’effimero e l’eterno”. Il tema viene studiato in ogni Laboratorio e poi condiviso sul blog Agorà Di Cult con la pubblicazione del concept. Il clima creativo che si vive nel laboratorio è la palestra ideale per la formazione delle Figure Operative FIAF, perché, secondo le diverse specificità, possono apprendere competenze nell’esercitare un’azione di Tutoraggio verso i partecipanti. Per il tema La Famiglia in Italia i Laboratori attivi sono stati 17, appartenenti a 7 Regioni: hanno coinvolto oltre 300 fotografi. Al di là dei numeri, l’aspetto che rende importante l’attività dei laboratori è il dare la possibilità di coltivare ampie relazioni umane tra fotografi sia dello stesso territorio sia di altre Regioni.
All’interno del dipartimento il blog AGORA’ DI CULT pone in evidenza i vari aspetti della cultura fotografica svolta dalle Associazioni fotografiche aderenti alla FIAF e da altri protagonisti in Italia: opere fotografiche, studi sulla fotografica, eventi e Festival fotografici.
Il Dipartimento Didattica tra il 2018 e il 2019 entrerà nella seconda fase del programma presentato al congresso elettivo di Sestri Levante. Si tratta di una trasformazione che consente una riorganizzazione importante, a servizio dei soci e della Federazione. Alla base c’è una riorganizzazione territoriale, divisa in aree vaste (Nord Est, Nord Ovest, Ovest Centro, Sud, Est, Sud Ovest). Le cinque aree vengono costituite con a capo un coordinatore, che al momento è proposto dalla Direzione del Dipartimento, e che durerà in forma sperimentale fino alla fine del mandato di questa presidenza.
I coordinatori saranno il riferimento per i docenti, al loro servizio per confronti sulla qualità e sulle modalità delle docenze, oltre che per suggerire tematiche e laboratori specifici. Dal febbraio 2018 è attiva la possibilità di richiesta del Corso Certificato, con cui la FIAF, attraverso il DiD e i delegati Regionali e Provinciali, propone una preparazione integrata. Il DiD Territoriale propone una formazione sia fotografica sia orientata alla gestione dei circoli. Nel sito del Dipartimento è possibile trovare gli esperti che possono aiutare a organizzare serate di formazione e cultura, di lettura e di critica, su misura per le necessità dei circoli.
Nel corso del 2018 il Dipartimento Audiovisivi (DiAF) ha continuato l’opera di divulgazione dell’audiovisivo come strumento multimediale di comunicazione culturale e artistica. I Gruppi Audiovisivi Regionali stanno aumentando velocemente e nel corso del 2018 abbiamo visto la nascita del Nuovo Gruppo Regionale Marche e del Nuovo Gruppo Regionale Umbria. Inoltre, in Emilia Romagna e Veneto, abbiamo nuovi referenti responsabili che, con la collaborazione dei Delegati Regionali, stanno progettando attività molto interessanti e diversificate nelle rispettive aree. Quindi alla fine del 2018 i Gruppi Regionali sono diventati sette: Piemonte, Lombardia, Veneto, Emilia Romagna, Toscana, Marche e Umbria. Da tre anni il Dipartimento ha lanciato la nuova iniziativa del Seminario Tecnico, che ha ottenuto molto interesse, segno della grande vivacità di questo settore. Infine da segnalare la recentissima pubblicazione, nella collana Manuali, di L’Audiovisivo Fotografico- un’idea, una storia, un progetto un manuale che definisce le linee guida per la costruzione di un audiovisivo attraverso le sue componenti essenziali: un lavoro corale a cui hanno partecipato molti autori.
Per il 2018 l’andamento del Tesseramento ha segnato un leggero calo, nonostante il lavoro in Federazione sia stato tantissimo e sia stato realizzato, con l'aiuto di tutti, al meglio delle nostre possibilità di volontari. È una questione annosa che non ci vede al momento vincitori come vorremmo essere: credo che il nostro impegno dovrebbe essere riconosciuto come valore complessivo, come essenziale contributo alla vita stessa della Fotografa. È quindi compito di tutti noi far conoscere l'attività della Federazione, leggere e comperare le nostre pubblicazioni, diffondere la nostra bella rivista, chiamare i docenti FIAF alle serate presso i circoli, partecipare alle tante e diversificate iniziative. Solo così tutti potremmo essere efficaci, come dobbiamo, nel promuovere la partecipazione e il tesseramento: sono ancora troppi i circoli con un solo socio, e troppo pochi i giovani nelle nostre file.
Come si può notare dalla lettura di questa relazione le attività svolte durante il 2018 sono state moltissime e di grande valore. Far conciliare questa mole di attività con la gestione delle nostre risorse sicuramente non è semplice e dobbiamo essere consapevoli che tutto ciò che facciamo è possibile grazie all’enorme impegno di tantissimi di noi che mettono a disposizione della Federazione le loro capacità e la loro professionalità, il proprio tempo, le proprie esperienze e spesso anche le proprie risorse economiche.
Il bilancio il 2018 si chiude con un utile di Euro 2.087. Con un grande sforzo e tanta attenzione ad ogni singola spesa, il Consiglio Nazionale è riuscito ad operare in tutti i campi, non tralasciandone alcun aspetto e mantenendo tutte le attività previste. Scorrendo i dati principali del Conto Economico possiamo notare che i valori non si discostano dal bilancio di previsione, solo la parte delle attività ha valori sensibilmente più elevati, dovuti alla volontà di festeggiare nel miglior modo possibile i nostri 70 anni. Le somme spese, tuttavia, sono state sostenute dalle maggiori entrate e dal contributo del 2 per mille dell’anno 2016, erogato nel 2018.
Da segnalare che nella voce magazzino sono compresi circa 13.000 euro di riserva carta per FOTOIT, acquistata nel mese di dicembre, ma da utilizzare per la produzione 2019. Per quanto riguarda le entrate è da segnalare l’importo leggermente più basso delle affiliazioni, che rimangono ancorate al livello dell’anno precedente, mentre sono sensibilmente aumentate le entrate di pubblicità sponsorizzazioni e i ricavi dalle attività.
Ma ora cerchiamo di capire meglio come è strutturato il nostro bilancio. I numeri che vedremo sono
relativi all’attività ordinaria della Federazione.
Per quanto riguarda i ricavi possiamo aggregare le varie componenti in 5 voci:
- Tesseramento (Circoli e soci) €.296.385 pari al 56,4%
- Pubblicità/Contributi/Donazioni €. 53.447 pari al 10,2%
- Vendita Pubblicazioni €. 13.264 pari al 2,5%
- Servizi ai Circoli €. 37.876 pari al 7,2%
- Attività /Progetto Nazionale €. 124.268 pari al 23,7%
Tra i costi abbiamo:
- Spese Generali €.172.549 pari al 32,6%
(che comprendono anche gestione sede, personale, rimborsi spese)
- Servizi diretti agli associati €.179.489 pari al 34%
(Fotoit, Annuario, volume Grande Autore, Quaderno)
- Pubblicazioni €.18.727 pari al 3,5%
- Servizi ai Circoli/soci €.21.799 pari al 4,1%
- Attività €.136.455 pari al 25,8%

Da una veloce analisi di questi dati possiamo verificare che la parte più importante dei costi è costituita
dalle spese generali e dai servizi diretti agli associati, per un valore totale di €. 352.038, contro i €. 296.385
di incassi provenienti dal tesseramento. Questo dato ci indica che sono stati restituiti ai soci, sotto forma
di servizi diretti, oltre €. 50.000 in più rispetto a quanto ricavato dalle quote sociali.
In questo Bilancio si deve evidenziare ila crescita del valore delle attività, la cui parte più importante è
stata determinata dal Progetto Nazionale La Famiglia in Italia, che ha portato anche un leggero utile di
circa 3.000 euro, ma anche un incremento generale delle attività.
Rimane invariato un dato oggettivo di fondo: nonostante tutti i nostri sforzi e i contatti avviati sia a livello
di istituzioni sia con varie aziende di settore, il sostentamento della nostra Federazione dipende dalle
risorse che provengono dalla partecipazione dei soci, dalla vendita dei servizi ai soci e dalla vendita delle
nostre pubblicazioni.
È necessario quindi uno sforzo maggiore di tutti i Presidenti di Circolo nel far vivere e apprezzare la
Federazione all’interno dei Circoli: ci piacerebbe constatare una crescita di soci singoli nei circoli affiliati.
Dobbiamo per questo lavorare tutti, dal Consiglio ai Delegati, a tutte le figure che hanno un ruolo
operativo, uniti per attuare un cambio di partecipazione alla vita sociale. Dobbiamo valorizzare il ruolo
della Federazione, favorire la partecipazione diretta, far comprendere che aderire alla nostra Federazione
è un valore, oltre che un dovere morale, che tutti coloro che amano la fotografa e che la esercitano
dovrebbero essere fieri rafforzare.
Con la lettura di questa Relazione e con quelle che seguono (Rendiconto Economico, Relazione del
Collegio dei Revisori dei Conti e Bilancio di Previsione per l’anno 2019) si conclude la presentazione delle
attività che hanno maggiormente caratterizzato il 2018.
Sentiamo il bisogno di ringraziare quanti hanno contribuito alla buona gestione dell’attività Federativa
con il loro costante impegno, senza mai far mancare l’appoggio e il consiglio. Ringraziamo tutti gli ospiti
che rendono più interessanti le nostre manifestazioni, coloro che ci aiutano nei montaggi delle mostre, chi collabora da vicino e chi da lontano, chi scrive e chi ci legge, chi fa parte della struttura amministrativa,
chi di quella culturale, chi compra i nostri libri, chi cerca di farci conoscere da quel grande pubblico che
ancora, pur amando la fotografa, non segue da vicino le vicende della nostra Federazione. Ringrazio
tutti coloro che portano il loro contributo, grande o piccolo che sia, perché sono la forza del nostro
essere comunità.
Personalmente ringrazio i miei Consiglieri, i Direttori di Dipartimento i Delegati Regionali e Provinciali e
tutti quelli che hanno voluto spendere il loro impegno a favore della comunità.
Ringraziamo l’Associazione Flegrea Photo, promotrice ed organizzatrice di questo 71° Congresso
Nazionale. Ringraziamo anche il Sindaco di Napoli, l’Amministrazione Comunale, la direzione del Museo
MANN e tutti gli Enti che hanno contribuito alla buona riuscita del Congresso.

Bibbiena, 12 marzo 2019

Roberto Rossi, Presidente della FIAF


STATO PATRIMONIALE AL 31.12.2018

ATTIVITA’

CASSE E 3.173,75
BANCHE E CC POSTALE E 88.628,16
CREDITI VARI E 40.691,27
MAGAZZINO CARTA E 13.528,43
MAGAZZINO PUBBLICAZIONI E 140.935,12
MAGAZZINO GADGETS E 3.440,60
MAGAZZINO CARTA/INCHIOSTRI PER STAMPA E 1.921,25
IMMOBILIZZI E 109.891,59
CLIENTI E 39.540,87
DEPOSITI CAUZIONALI E 2.029,07
RISCONTI ATTIVI E 6.542,21
IVA C/ERARIO E 712,74
TOTALE ATTIVITA' E 451.035,06

PASSIVITA’

BANCHE E 683,31
RATEI E RISCONTRI PASSIVI E 1.985,00
ANTICIPI DA SOCI E 104.044,00
FONDO AMMORTAMENTI E 95.184,40
CAPITALE NETTO E 83.413,77
FONDO TRATT. FINE RAPPORTO E 41.619,69
DEBITI DIVERSI E 40.630,92
RITENUTE E 723,70
FORNITORI E 80.662,71
AVANZO D'ESERCIZIO E 2.087,56
TOTALE PASSIVITA' E 451.035,06


RENDICONTO ECONOMICO AL 31.12.2018

COSTI:

SPESE GENERALI/segreteria € 30.941,07
GESTIONE SEDE € 19.569,47
PERSONALE € 98.571,60
FOTOIT € 125.452,90
PUBBLICITÀ € 4.680,00
ANNUARIO € 20.716,53
PUBBLICAZIONI € 18.727,27
CONGRESSO FIAF € 2.941,57
CONCORSI FIAF € 1.532,24
PROMOZIONE € 33.321,67
SERVIZI FIAF € 1.628,69
SERVIZI FIAP € 4.000,00
SERVIZIO CONCORSI E MOSTRE € 4.690,75
DIPARTIMENTI € 840,40
GALLERIA SEDE € 1.577,35
CENTRO ITALIANO FOT. AUTORE € 45.434,87
INTERNET € 3.097,96
GESTIONE MOSTRE € 983,27
PORTFOLIO € 5.742,22
RIMBORSI SPESE ORGANI SOCIALI € 5.398,38
CONVEGNO ANNUALE € 4.669,79
COMUNICAZIONE € 4.242,31
COSTI E SPESE DIVERSI € 6.263,23
GALLERIE FIAF € 762,50
AMMORTAMENTI ACC. € 5.373,17
DIAF € 5.218,76
PROGETTO NAZIONALE € 71.593,31
ACCANTONAMENTO TFR € 6.423,19
MAGAZZINO ANNO PRECEDENTE € 148.586,78
UTILE DI ESERCIZIO € 2.087,56
TOTALE 685.068,81

RICAVI:

AFFILIAZIONE CIRCOLI € 50.300,00
TESS. SOCI INDIVIDUALI € 246.085,00
FOTOIT/WEB/PUBBLICITÀ € 35.333,00
PUBBLICAZIONI € 13.264,84
CONGRESSO FIAF € 2.590,00
CONCORSI FIAF € 4.080,00
SERVIZI FIAF € 2.307,00
SERVIZI FIAP € 8.260,00
SERVIZI CONCORSI E MOSTRE € 23.955,00
GALLERIA SEDE € 1.328,00
CENTRO ITALIANO FOT. AUTORE € 22.251,50
GESTIONE MOSTRE € 5.170,00
PORTFOLIO ITALIA € 5.479,50
NUOVE INIZIATIVE €
DONAZIONI € 3.380,00
CONTRIBUTI E PROVENTI € 14.734,72
RICAVI VARI € 369,35
GALLERIE FIAF € 800,00
SHOP MERCHANDISING € 395,00
DIAF € 10.592,50
PROGETTO NAZIONALE € 74.568,00
MAGAZZINO ATTUALE € 159.825,40
TOTALE € 685.068,81


RELAZIONE DEL COLLEGIO DEI REVISORI DEI CONTI

BILANCIO CONSUNTIVO AL 31.12.2018

Signori Soci,
Presentiamo alla vostra cortese attenzione una breve sintesi dell’attività svolta dal presente Collegio.

ATTIVITÀ DEL COLLEGIO DEI REVISORI
Il Collegio dei Revisori è incaricato del controllo della gestione e della contabilità ai sensi dell’art.17 dello Statuto sociale ed ha svolto pertanto le funzioni previste a questo scopo.
La sua attività relativa all’esercizio chiuso al 31 dicembre 2018 è stata conforme ai dettati del Codice Civile ed è consistita, in base alle norme di comportamento del Collegio Sindacale raccomandate dal Consiglio Nazionale dei Dottori Commercialisti ed Esperti Contabili nel:
• vigilare sull’osservanza della legge, dello Statuto e sul rispetto dei principi di corretta amministrazione;
• partecipare alle adunanze del Consiglio Nazionale avvenute secondo il dettato dello Statuto sociale;
• ottenere dall’organo amministrativo, durante le riunioni periodiche, informazioni sul generale andamento della gestione e della sua prevedibile evoluzione, nonché sulle operazioni di maggior rilevo effettuate dalla Federazione: Ciò consente di ragionevolmente assicurare che le azioni poste in essere dagli amministratori siano conformi alla legge e allo statuto sociale, e che non siano manifestamente imprudenti, azzardate, o tali da compromettere l’integrità del patrimonio;
• approfondire la conoscenza e vigilare, per quanto di competenza, sull’adeguatezza dell’assetto organizzativo dell’Associazione, anche tramite la raccolta d’informazioni dai responsabili della funzione organizzativa e, mediante la documentazione trasmessa, valutare l’adeguatezza del sistema amministrativo e contabile nonché sull’affidabilità di quest’ultimo a rappresentare correttamente i fatti di gestione e, a tale riguardo, non vi sono osservazioni particolari da riferire;
• chiedere ed ottenere ulteriori informazioni dalla responsabile della funzione, dalla Segreteria nonché dal Presidente del Consiglio direttivo; anche tal riguardo non vi sono osservazioni particolari da riferire.
Durante l’esercizio 2018 non sono pervenute denunce da parte di alcun socio, e nel corso dell’attività come
sopra descritta, non sono emersi fatti signifcativi tali da richiederne la menzione nella presente relazione.

CONTROLLO DELLA GESTIONE DELL’ASSOCIAZIONE
Per quanto riguarda il controllo di gestione il Collegio dei Revisori ha effettuato sia l’analisi degli scostamenti tra il bilancio consuntivo al 31.12.2018 e il bilancio preventivo alla stessa data, sia l’analisi dei dati di bilancio nella loro effettività .

COSTI PREVENTIVATI E COSTI EFFETTIVI
Si rileva che, al netto del magazzino, dal confronto tra i costi previsti per l’anno 2018 e quelli effettivamente sostenuti si è avuto un incremento pari al 3,77%. Dal confronto, invece, tra i ricavi previsti e quelli effettivi emerge un differenziale negativo pari a circa il 2%.
Sul lato costi vi è da sottolineare che il maggior incremento di spesa (circa 9.500 euro) rispetto a quanto preventivato è da riferire principalmente al costo del personale dovuto tanto al rientro di una dipendente dopo il periodo di maternità, quanto al cosiddetto scatto biennale per un’altra dipendente, nonché per il rinnovo contrattuale. Anche il CIFA ha comportato oltre 7 mila euro di maggiori spese rispetto a quelle preventivate. Di contro il cosiddetto Progetto nazionale ha visto una riduzione di costi tra preventivato ed effettivo di oltre 8 mila euro e contestualmente una riduzione dei ricavi previsti rispetto a quelli effettivi di circa 5.400 euro.
Con riferimento a FOTOIT si evidenzia una sostanziale equivalenza tra costi stimati e quelli effettivi.

RICAVI PREVENTIVATI E RICAVI EFFETTIVI
Complessivamente i ricavi effettivi rispetto a quelli preventivati per il 2018 hanno visto maggiori entrate per poco più di 10 mila euro, pari a circa un 2% positivo.
In particolare si segnala tra gli introiti non preventivati spiccano tanto i contributi erogati nel corso dell’esercizio dalla Regione Toscana e da due municipalità per poco più di 14 mila euro, quanto la donazione di quasi 3.400 euro da parte del Vostro Presidente che ha devoluto a FIAF l’intero ricavo conseguito dalla vendita del proprio volume fotografico Facce.
Sempre da un confronto tra ricavi da preventivo e quanto da consuntivo emerge, purtroppo, ancora una volta una contrazione degli incassi da vendita di pubblicazioni e correlatamente un aumento dei loro costi. Questo sembrerebbe da attribuire anche ad una poca attenzione da parte dei Soci e Circoli agli sforzi dell’Associazione per la diffusione e crescita della cultura fotografica attraverso l’utilizzo di strumenti che vengono messi a disposizione con il patrimonio comune.

ANALISI COSTI E RICAVI EFFETTIVI
Sommariamente è possibile affermare che i costi afferenti FOTOIT, i quali in bilancio sono suddivisi tra costi istituzionali e costi di natura commerciale, ammontano complessivamente ad euro 130 mila. Sebbene detti costi siano assolutamente in linea con quelli dello scorso anno, non si può dimenticare che tale volume negativo è, ancora una volta, principalmente da imputare alla riduzione della pubblicità richiesta da inserzionisti. E’ appena il caso di rammentare come questa pubblicazione sia offerta gratuitamente agli Associati, se si tiene conto della quota di iscrizione che ogni associato paga annualmente e quanto viene gratuitamente offerto agli stessi è facile comprendere come FIAF, anche solo in riferimento alla rivista, offra ai suoi Soci ben di più di quanto essi spendano.
Anche le altre voci di costi e ricavi sono state monitorate accuratamente, sia pur a campione, nel corso delle verifiche effettuate dal sottoscritto Collegio e non sono mai emerse problematiche degne di rilievo. Ciò anche perché i criteri utilizzati per la loro corretta registrazione non si discostano dai medesimi criteri utilizzati per la formazione del bilancio del precedente esercizio, sia nelle valutazioni, sia nella continuità dei medesimi principi, sia nello schema di rappresentazione.

ALTRE VOCI DI BILANCIO
Tutti i conti correnti di banca e postali sono in attivo e sono stati riconciliati con i relativi estratti conto dei vari enti e così per i conti di cassa;
I crediti sono complessivamente iscritti secondo il loro presumibile valore di realizzo in relazione al grado di solvibilità dei singoli debitori conosciuto alla data di redazione del bilancio;
Il magazzino (carta, pubblicazioni, ecc.) si è incrementato di circa 11 mila euro rispetto al 2017. Per altro è da sottolineare che, prudenzialmente in vista di probabili aumenti del costo della carta specificamente dedicata alla pubblicazione di FOTOIT, è stata fatta una scorta per un valore di circa 13 mila euro. Scorta che verrà utilizzata nel corso del 2019. Con specifico riferimento al magazzino pubblicazioni, questo mostra un saldo alla suddetta data di € 140.935,12. Da una sua analisi emerge che nel corso dell’esercizio ne sono state vedute per 13.265 euro, ma la giacenza si è incrementata per un valore di 22.333 euro, quindi con un aumento complessivo di rimanenze a fine esercizio di € 9.067,64.
Le rimanenze relative alle edizioni del 2018 sono principalmente costituite dalle monografie stampate per i volumi relativi al Progetto dell’anno “Famiglia in Italia”; al volume della collana Grandi Autori dedicata a Maurizio Galimberti; al periodico Riflessioni, e al volumetto “Nuovo corso di fotografa“. In ogni caso resta evidente come le giacenze di pubblicazioni costituiscano un notevole peso sull’economia dell’Associazione, per cui non si può che accogliere con favore l’idea, ove tecnicamente possibile, di procedere alla stampa delle stesse in modo digitale così da poter adeguare effettivamente la produzione alle richieste.
Le immobilizzazioni sono diminuite rispetto all’anno precedente per circa 7 mila euro. Detto importo risulto dalla differenza tra gli incrementi dell’anno e allo smaltimento di cespiti iscritti al costo storico, completamente ammortizzati e non più funzionanti.
Fra i debiti in essere al 31 dicembre 2018 si segnala il residuo di 17 mila euro del mutuo contratto nel corso del 2017 con Monte Paschi per complessivi 30 mila euro. Tutte le rate (quota capitale ed interessi) sono state regolarmente assolte alle singole scadenze.
Il fondo di accantonamento per il Trattamento di Fine Rapporto di lavoro, alla data di chiusura dell’esercizio, è stato calcolato secondo le norme di legge vigenti e del contratto di lavoro ed è adeguato in riferimento agli emolumenti spettanti ai dipendenti .
Gli ammortamenti sono stati effettuati in linea con corrette regole contabili applicando aliquote ritenute congrue al rispettivo grado di utilizzo nell’esercizio.
I ratei ed i risconti sono stati appostati secondo il corretto principio di competenza.

SOCI
Al 31 dicembre 2018 risultano iscritti all’Associazione n. 430 circoli e n. 4397 soci. In particolare emergono incassi per 51.600 euro da Circoli e 245.170 euro da associati.

AVANZO DI GESTIONE
Nonostante una lieve contrazione nel numero degli iscritti a FIAF, ed un aumento di alcune voci di spesa come detto in precedenza, il Collegio deve sottolineare la costante ricerca da parte di tutto il Consiglio direttivo nel ridurre ogni costo ove possibile e di altre possibili entrate, la Vostra Associazione è riuscita a chiudere il bilancio 2018 con un sia pur lieve avanzo di gestione, esattamente euro 2.088, contro quello di euro 1.774 dell’anno precedente.

BILANCIO IN SINTESI COMPARATO CON IL 2017 (DATI IN EURO)

Stato patrimoniale
Attività 2018 451.035,06
Attività 2017 462.055,11
Passività 2918 448.947,50
Passività 2017 460.281,35
Avanzo gestione 2018 2.087,56
Avanzo gestione 2017 1.773,76

Conto economico
Ricavi 2018 685.068,51
Ricavi 2017 605.488,31
Costi 2018 682.980,95
Costi 2017 603.714,55
Avanzo gestione 2018 2.087,56
Avanzo gestione 2017 1.773,76

A giudizio di questo Collegio, il bilancio in esame nel suo complesso è redatto con chiarezza e rappresenta in modo veritiero e corretto la situazione patrimoniale e finanziaria nonché il risultato economico della Vostra Associazione per l’esercizio chiuso al 31/12/2018, in conformità alle norme che disciplinano il bilancio d’esercizio.
In considerazione di quanto sopra esposto, si esprime parere favorevole all'approvazione del bilancio al 31 dicembre 2018 così come presentato dal Consiglio Direttivo unitamente alla Relazione.

Torino, 15 Marzo 2019

Il Presidente
Dr. Gianmario Camisasca
Il Revisore effettivo
Rag. Gabriele Caproni
Il Revisore effettivo
Geom. Paolo Bobbio



BILANCIO DI PREVISIONE 2019
COSTI
SPESE GENERALI/segreteria € 32.000
GESTIONE SEDE € 20.000
PERSONALE € 100.000
FOTOIT € 125.000
PUBBLICITÀ € 5.000
ANNUARIO € 20.000
PUBBLICAZIONI € 10.000
CONGRESSO FIAF € 1.000
CONCORSI FIAF € 2.000
PROMOZIONE € 32.000
SERVIZI FIAF € 1.500
SERVIZI FIAP € 4.000
SERVIZIO CONCORSI E MOSTRE € 4.500
DIPARTIMENTI € 1.000
GALLERIA SEDE € 1.000
CENTRO ITALIANO FOT. AUTORE € 38.000
INTERNET € 3.500
GESTIONE MOSTRE € 1.000
PORTFOLIO € 6.000 PORTFOLIO ITALIA € 6.000
RIMBORSI SPESE ORGANI SOCIALI € 5.500
CONVEGNO ANNUALE € 4.500
COMUNICAZIONE € 4.000
COSTI E SPESE DIVERSI € 2.000
GALLERIE FIAF € 3.000
AMMORTAMENTI ACC. € 9.000
DIAF € 6.000
POLIZZA UNICA VOLONTARIATO € 15.000
ACCANTONAMENTO TFR € 6.500
TOTALE COSTI € 463.000


RICAVI

AFFILIAZIONE CIRCOLI € 51.000
TESS. SOCI INDIVIDUALI € 262.000
FOTOIT/WEB/PUBBLICITÀ € 40.000
PUBBLICAZIONI € 15.000
CONGRESSO FIAF € 2.500
CONCORSI FIAF € 3.500
SERVIZI FIAF € 2.500
SERVIZI FIAP € 8.000
SERVIZI CONCORSI E MOSTRE € 24.000
GALLERIA SEDE € 1.500
CENTRO ITALIANO FOT. AUTORE € 22.000
GESTIONE MOSTRE € 6.000
NUOVE INIZIATIVE € 3.000
RICAVI VARI € 1.000
GALLERIE FIAF € 5.000
DIAF € 10.000
TOTALE RIVAVI € 463.000

foto
 


Elenco autori selezionati per 28^ Biennale FIAP Colore Spagna 2019 per immagini digitali e stampe


DIPARTIMENTO ESTERI di FIAF 18 marzo 2019

28th FIAP Colour Biennal 2019 per immagini digitali e stampe

Sezione : Immagini digitali
Il titolo della selezione è : Maramures life.
La selezione delle immagini che parteciperanno alla prossima Biennale FIAP Colour per Immagini Digitali è conclusa.
Le immagini sono state inoltrate in Spagna.
La giuria si riunirà a metà maggio ed il risultato sarà comunicato verso fine maggio.
Gli autori delle fotografie che rappresenteranno la FIAF sono:

Virgilio Bardossi
Cristina Bartolozzi
Valentina Bellini
Alessio Boscolo
Mauro Carli
Eugenio Fieni
Lino Ghidoni
Fabrizio Giusti
Renzo Mazzola
Michele Macinai
Silvano Monchi
Giulio Montini
Claudio Nesti
Irene Perovich
Antonella Tomassi
Sandra Zagolin

Sezione : Stampe
Il titolo della selezione è : Tuscany landscape.
La selezione delle immagini che parteciperanno alla prossima Biennale FIAP Colour per Stampe è conclusa.
Le foto sono state stampate in formato 40x30 ed inviate in Spagna.
La giuria si riunirà a metà maggio ed il risultato sarà comunicato verso fine maggio.
Gli autori delle fotografie che rappresenteranno la FIAF sono :

Fabio Beconcini
Simone Boddi
Luciano Cardonati
Piero Corsetti
Maurizio Lolli
Michele Macinai
Fausto Meini
Paolo Mugnai
Andrea Rontini
Giuseppe Tomelleri

Auguri per un ottimo risultato della FIAF!!!


Enzo Righeschi
Pierluigi Rizzato
Dipartimento Esteri FIAF
foto
 


legge n. 124/2017: Contributi ricevuti


In ottemperanza a quanto previsto dalla legge n. 124/2017 pubblichiamo i contributi ricevuti dalla Federazione Italiana Associazioni Fotografiche durante l’anno 2018.

- Determina n. 1196 del 13/12/2017 Comune Bibbiena € 5000.00 incassata il 16/01/2018 “Progetto di valorizzazione linee ferroviarie minori”
- Determina n. 1295 del 29/12/2017 Comune Bibbiena € 6000.00 incassata il 22/01/2018 “attività svolte anno 2017”
- Lettera Presidente Regione Toscana prot. 335480/120080 del 04/07/2017 € 1000.00 incassata il 01/03/2018 “iniziative previste del corso del 2017”
- Decreto n. 13212 del 16/08/2018 Regione Toscana € 14000.00 incassato il 07/09/2018 (contributo di € 17.500,00) “toscana in contemporanea 2018”
- 2xmille Ministero per i beni e le attività culturali 2016 € 14734.72 incassato il 23/11/2018
- Determina n. 1727 del 16/10/2018 Provincia di Arezzo € 1500.00 incassata il 07/11/2018 “Progetto Mostra fotografica Bibbiena città della fotografia”

Roberto Rossi
Presidente della FIAF
foto